Djokovic: "Non ho giocato il miglior tennis a Roma. Ecco perché ho vinto"



by   |  LETTURE 2389

Djokovic: "Non ho giocato il miglior tennis a Roma. Ecco perché ho vinto"

Il numero 1 al mondo Novak Djokovic ha ammesso che gli ci sono voluti diversi giorni per superare l'incidente degli Us Open e si è detto entusiasta di come si sia concluso il Masters 1000 di Roma che lo ha visto trionfare agli Internazionali per la quinta volta.

Il campione serbo, vincitore di 17 titoli del Grande Slam, è imbattuto in questa stagione e la sua unica sconfitta è arrivata per squalifica agli Ottavi di finale degli Us Open. Il tennista si è detto davvero deluso e frustrato per come è andata a finire negli Stati Uniti e ha rivelato che ci sono stati diversi alti e bassi nei primi quattro o cinque giorni dopo l'accaduto a New York: "Ovviamente ero sotto shock come tante altre persone.

Ma sono andati avanti, non ho mai avuto problemi nella mia vita e indipendentemente da quanto sia dura ho sempre cercato il meglio e provato ad andare avanti. Scendere in campo subito a Roma mi ha aiutato e grazie a questo torneo ho provato a cancellare ogni traccia di ciò che è successo in America.

Novak Djokovic e la sua condizione in vista del Roland Garros

Sulla strada per vincere tutto a Roma Djokovic ha battuto Caruso, Krajinovic, Koepfer, Ruud e infine Schwartzman. Ecco alcune sue dichiarazioni: "Penso di aver avuto una buona settimana e ad essere sincero non credo di aver giocato il mio miglior tennis a Roma.

Non voglio essere arrogante e sono ovviamente molto soddisfatto e felice di aver vinto il titolo. So di avere ancora la possibilità di alzare di un paio di marce il mio livello, spero di poter aumentare il mio ritmo per il Roland Garros perché li sarà necessario se voglio arrivare fino in fondo.

La cosa positiva è che ho pensato di aver servito bene fin dall'inizio e ho trovato il mio gioco nei momenti decisivi. Ho sempre fatto il meglio e ho lavorato per giocare al meglio sempre nei momenti migliori"

In questo 2020 Novak Djokovic ha conquistato prima l'Atp Cup e poi l'Australian Open, il torneo di Cincinnati e poi il serbo ha avuto la delusione dell'Us Open ed ora si prepara in vista del Roland Garros, ultimo Slam di questa particolare stagione.