Novak Djokovic ripensa ancora a New York: "Sono rimasto sotto shock"



by   |  LETTURE 4817

Novak Djokovic ripensa ancora a New York: "Sono rimasto sotto shock"

Novak Djokovic è tornato in campo dopo la pandemia sul cemento americano e dopo aver continuato la striscia di successi a Cincinnati si è fermato clamorosamente agli Us Open a causa della squalifica. Il tennista serbo, numero uno al mondo, è stato eliminato agli Ottavi di finale del torneo americano dopo aver colpito involontariamente in uno scatto di rabbia un giudice di linea.

Pesante punizione per il campione serbo che in vista degli Internazionali d'Italia è tornato nuovamente su questo triste episodio.

Le parole di Novak Djokovic su ciò che è accaduto a New York

Tornando sulla situazione di New York, Novak Djokovic ha commentato così questa vicenda: "Dopo quell'episodio sono rimasto sotto shock per due giorni, ho avuto grandi sensi di colpa ed è stata una grande lezione di vita.

Sono sicuro che sarà un'esperienza che farò mia per tutta la carriera, ma ora l'importante è che il guardalinee stia bene. Ho parlato con lei nei giorni successivi e per fortuna si è ripresa.

Questa è la cosa importante. L'opinione delle persone a riguardo? Se ne è parlato davvero molto e lo capisco. Continuerò però per la mia strada e sono consapevole di quello che ho fatto" Il numero uno al mondo ha commentato poi la finale degli Us Open apprezzando poi un lato particolare di Dominic Thiem e Alexander Zverev: "Sascha ha giocato bene la maggior parte del match, Dominic non ha iniziato bene ma poi è cresciuto pian piano.

Mi è piaciuto molto il modo in cui si sono salutati, è un grande messaggio per tutti i giocatori ed in generale per l'intero mondo dello sport" Prima di questo particolare episodio e prima della pandemia la stagione di Novak Djokovic procedeva a gonfie vele: il serbo è rimasto imbattuto fino appunto all'episodio della squalifica con Carreno Busta ed ha conquistato tra l'altro l'Atp Cup e l'Australian Open, vinta in finale dopo una battaglia di cinque set ed un successo in rimonta contro il numero 3 al mondo Dominic Thiem.