Ivanisevic: “Djokovic un campione nato. Ecco come uscirà da tutto questo”



by   |  LETTURE 1540

Ivanisevic: “Djokovic un campione nato. Ecco come uscirà da tutto questo”

Prima degli Us Open attualmente in corso, il numero uno del mondo Novak Djokovic stava vivendo un 2020 davvero da favola: vincitore all’ATP Cup, agli Australian Open, Dubai e Cincinnati, il trentatreenne di Belgrado non aveva ancora perso un match nell’intera stagione.

Tutto questo fino al quarto turno di New York contro Pablo Carreno Busta, partita in cui è stato squalificato. L’ultima persona ad esprimersi sull’accaduto è stato il croato Goran Ivanisevic, allenatore del serbo.

Ivanisevic: “Le regole sono stupide”

Intervistato da Sport Club, il campione di Wimbledon 2001 ha detto: “L’unico errore di Nole è stato quello di non aver gettato un’occhiata. Ha tirato la palla guardando avanti, non indietro.

Non ho visto il momento in cui la donna è caduta a terra, ma l’ho visto in video qualcosa come 3877 volte. Non saprei cosa dire. Adesso non sto parlando di Novak, io in generale sono contrario alla squalifica, credo che sia priva di senso – dai, se rovesci l’arbitro dalla sedia è un conto, ma qui è stato del tutto involontario”.

Ivanisevic ha quindi parlato dell’attuale regolamento di gioco: “Le regole sono come sono, vieni ammonito o squalificato, cosa del tutto stupida secondo me. Io non sono obiettivo, ma non credo che sarebbe dovuto essere eliminato.

Piuttosto, sarebbe dovuto essere penalizzato di un game, così Carreno avrebbe vinto il set e avremmo ricominciato da capo nel secondo. In un periodo come questo, con il Coronavirus e tutto il resto, non avrebbero dovuto squalificare Nole.

So che molti non saranno d’accordo con me, dicono che se lo sia meritato”. Il numero uno ATP potrà comunque rifarsi a Parigi e nella stagione su terra rossa: “Djokovic è un vincitore nato e uscirà da questo ancora più forte”, ha affermato con sicurezza Ivanisevic.

“Se vincesse il Roland Garros, cosa che ritengo sia in grado di fare, tutto ciò verrà dimenticato come se non fosse mai successo”. L’ex campione di Spalato ha preferito non esprimersi su cosa sarebbe accaduto se Roger Federer o Rafael Nadal fossero stati al posto di Djokovic: “Non posso parlare di una cosa del genere … è successo a Novak e adesso è tutto finito, dobbiamo guardare avanti.

Io penso che possa trionfare al Roland Garros, le condizioni sono buone per lui. Deve solo uscire da tutto questo e io sono sicuro che lo farà”.