Caroline Wozniacki bacchetta Novak Djokovic: “Le regole sono regole”



by   |  LETTURE 4052

Caroline Wozniacki bacchetta Novak Djokovic: “Le regole sono regole”

Il campione serbo Novak Djokovic continua a rimanere al centro di accesi dibattiti ed aspre polemiche in questo 2020, stagione che lo ha visto innanzitutto organizzare un evento – l’Adria Tour – presto divenuto un nuovo focolaio di Coronavirus.

Settimane più tardi, Nole ha dato vita alla Professional Tennis Players Association (PTPA), la cui creazione non è andata a genio a molti frequentatori del circuito e a diversi addetti ai lavori. Infine, il campione di Belgrado è stato clamorosamente squalificato dagli Us Open dopo aver colpito una giudice di linea con la palla.

Da ricordare che, prima del suo sciagurato match contro Carreno Busta, Novak era imbattuto nel 2020.

L’opinione di Wozniacki

Djokovic ha già vinto quest’anno l’ATP Cup, gli Australian Open, Dubai e il Masters 1000 di Cincinnati: a New York andava alla caccia dello Slam numero 18.

L’ex numero uno del mondo Caroline Wozniacki ha commentato l’esclusione del serbo da Flushing Meadows: “Beh, non aveva intenzione di colpire la giudice di linea ma le regole dicono che non puoi fare una cosa del genere.

Sono felice che lei stia bene e che tutto sia a posto, ma le regole sono regole. Il torneo non aveva altra scelta se non squalificare Djokovic”. Il fuoriclasse di Belgrado potrà presto vendicarsi al Roland Garros di Parigi, ma negli Stati Uniti l’opportunità era davvero ghiotta con la doppia assenza di Roger Federer e Rafael Nadal.

L’anno scorso, agli Open di Francia, Nole è stato sconfitto in semifinale dall’austriaco Dominic Thiem, vittorioso con il punteggio di 6-2 3-6 7-5 5-7 7-5. Novak ha sollevato la Coppa dei Moschettieri solo una volta in carriera: lo ha fatto nel 2016, quando ha superato nell’ultima partita il britannico Andy Murray in quattro set.

Djokovic avrà la chance il prossimo anno di superare le settimane al numero uno detenute attualmente da Federer (310): se ci dovesse riuscire, diventerà il giocatore ad aver occupato per più tempo la prima posizione del ranking ATP.