Rothenberg: "Non è assolutamente un caso quello che è successo a Novak Djokovic"



by   |  LETTURE 4094

Rothenberg: "Non è assolutamente un caso quello che è successo a Novak Djokovic"

Novak Djokovic è stato escluso dagli US Open 2020 dopo aver colpito accidentalmente una giudice di linea con una pallata durante il suo match di ottavi di finale contro lo spagnolo Pablo Carreno Busta. La squalifica del numero 1 del mondo ha aperto un buco enorme nel tabellone maschile, ma gli strascichi di questo incidente sono destinati a protrarsi anche nelle prossime settimane.

La sanzione inflitta al 17 volte campione Slam ha generato reazioni diverse all’interno della comunità tennistica. Alcuni ritengono che sia stata presa la decisione corretta, mentre altri credono che sia stato punito troppo duramente.

Nell’ultima edizione del ‘NCR Tennis Podcast’, il noto giornalista del New York Times Ben Rothenberg ha espresso la sua opinione sul grave episodio che ha visto protagonista il fenomeno di Belgrado. Non è infatti la prima volta che Nole mostra segnali di insofferenza che sfociano in comportamenti poco consoni ad un torneo di tennis e al suo ruolo.

Rothenberg: "Djokovic crede di poter fare quello che vuole"

“Penso che non sia un caso quello che è successo a Novak Djokovic. Le persone normalmente non colpiscono i giudici in gola. Al Roland Garros del 2016, ha scagliato la sua racchetta all’indietro e per fortuna il giudice di linea si è scansato in tempo per evitare di essere colpito.

Novak non è l’unico giocatore che lo fa, ma non ha mai voluto affrontare questo problema fino ad oggi” – ha spiegato Rothenberg. “Per tutto l’anno, Djokovic ha pensato di poter fare quello che voleva.

Che si tratti delle molecole d’acqua o dell’Adria Tour durante una pandemia. Lui e i suoi fan si sono nascosti dietro al fatto che le intenzioni erano buone. Questo non ha importanza viste le conseguenze. Nole ha così tanto fuoco dentro di sé che ogni tanto gli sfugge.

Credo che la sua personalità non sia abbastanza coscienziosa da accorgersi delle conseguenze di quello che fa” – ha aggiunto. Djokovic proverà a riscattarsi agli Internazionali d’Italia, unico test di preparazione in vista del Roland Garros.