Novak Djokovic difende la giudice di linea dagli attacchi social: i dettagli



by   |  LETTURE 20839

Novak Djokovic difende la giudice di linea dagli attacchi social: i dettagli

La più grande sorpresa di questo Us Open 2020 nel tabellone maschile è arrivata qualche giorno fa con l'eliminazione dal torneo di Novak Djokovic, uscito agli Ottavi di finale contro Carreno Busta. La novità riguardo questa sorprendente uscita di scena riguardo il modo dell'eliminazione, ovvero il numero uno al mondo è stato "cacciato" dal torneo per squalifica dopo che in uno scatto di rabbia ha colpito erroneamente una giudice di linea con una pallina al collo, facendola crollare "al tappeto" per alcuni attimi.

Dopo una piccola interruzione gli arbitri hanno dovuto rispettare il regolamento ed hanno optato per la squalifica di Novak Djokovic, imbattuto nel 2020 fino a questo match.

Gli attacchi social alla giudice di linea ed il post di Djokovic

Il tennista serbo ha fatto un post di scuse per la signora ma ha evitato di diffondere il nome per non ledere la sua privacy.

Nonostante ciò il nome è arrivato sui social e diversi fan del campione serbo hanno ingiustamente attaccato la povera e incolpevole giudice di linea. Insulti e accuse rivolte alla donna che è stata costretta a rendere privati i propri account social.

Attraverso i suoi social Novak Djokovic ha fatto poche ore fa un post in cui evitando di parlare di questo attacco social sottolineava però quanto la donna fosse incolpevole e ricordava di aiutarla. Ecco le sue parole nello specifico: "Cari miei fan, grazie a tutti per i vostri messaggi.

Per favore vi ricordo anche che la guardalinee che è stata colpita dalla pallina ha bisogno del supporto della comunità. Lei non ha fatto nulla di sbagliato. Chiedo il vostro sostegno per questi momenti. Insieme siamo più forti.

Europa, sto arrivando!" Dopo questo inatteso stop agli Us Open Novak Djokovic si preparerà per la stagione sulla terra dove affronterà diversi tornei e darà caccia al Roland Garros al 18 Slam per continuare la corsa Slam ai danni di Rafael Nadal e di Roger Federer.

Ecco i tweet del numero uno al mondo: