Djokovic: "Chiedo scusa a tutti, è stata una cosa sbagliata. Sono triste"



by   |  LETTURE 4741

Djokovic: "Chiedo scusa a tutti, è stata una cosa sbagliata. Sono triste"

Nella vita, così come nello sport, sono i piccoli dettagli a fare la differenza. Nessuno meglio di Novak Djokovic può rappresentare e comprendere questa filosofia. Il campione serbo è sempre alla ricerca della perfezione tennistica: la insegue, la rincorre, spesso se ne appropria, ma non ne ha mai abbastanza.

È probabilmente questa infinita ricerca e cura dei dettagli che spinge Djokovic ad avere delle reazioni scomposte anche quando il campo sembra parlare la sua lingua. Quello che è accaduto agli ottavi di finale degli US Open rimarrà sempre impresso nella mente del numero uno del mondo.

Quella pallina lanciata, non intenzionalmente e senza alcuna cattiveria, alla giudice di sedia per aver perso il servizio sul 5-5 del primo set gli è costato il 18esimo Slam della sua carriera. Lui, così ossessionato dai particolari, può ancora vederla che fluttua nell’aria pronta a fermare un cammino che sembrava segnato.

Le prime parole di Novak Djokovic dopo la squalifica

A Djokovic, ora, non resta altro che riflettere e meditare sull’episodio, perché lui in fondo lo sa: anche i più forti hanno sempre qualcosa da imparare.

“Tutta questa situazione mi ha lasciato triste e vuoto” , ha scritto Djokovic sui propri social network. “Ho controllato le condizioni della giudice di linea e dal torneo mi hanno detto che grazie a Dio sta bene.

Sono davvero molto dispiaciuto per averle causato questo stress. È stata una cosa non voluta . Una cosa sbagliata. Non rivelerò il suo nome per rispettare la sua privacy. Per quanto riguarda la squalifica, devo riguardarmi dentro e lavorare sulla mia delusione e convertire tutto questo in una lezione per la mia crescita e la mia evoluzione come giocatore e come essere umano.

Mi scuso con lo US Open e con tutte le persone coinvolte nell’evento per il mio comportamento. Sono molto grato alla mia squadra ed alla mia famiglia per essere la mia ancora di supporto, ed ai miei tifosi per essere sempre al mio fianco. Grazie e mi dispiace” .