Bautista Agut protesta per la chiusura del tetto e lancia una stoccata a Djokovic



by   |  LETTURE 15582

Bautista Agut protesta per la chiusura del tetto e lancia una stoccata a Djokovic

Roberto Bautista Agut è arrivato ad un passo dalla vittoria contro Novak Djokovic. Lo spagnolo ha dimostrato ancora una volta di essere uno dei giocatori più solidi e costanti del circuito. Dopo un primo set giocato in maniera impeccabile e vinto con il punteggio di 6-4, Bautista Agut ha dovuto fare i conti con una decisione contestabile avvenuta in un momento fondamentale del secondo parziale.

Lars Graff, giudice di sedia dell’incontro, ha deciso di chiudere il tetto del Louis Armstrong e fermare il gioco per qualche minuto proprio quando Bautista Agut era chiamato a servire per rimanere nel set sul 5-4. Una volta ricominciata la partita, Djokovic ha ottenuto il break decisivo per conquistare il set e rimettersi in corsa.

Bautista Agut non ci sta e protesta per la chiusura del tetto

L’attuale numero 12 del mondo ha accennato una timida protesta in campo, complice anche il suo carattere pacato, ma in conferenza stampa non ha potuto fare altro che esprimere tutto il proprio dissenso per la decisione presa da Graff.

Ricordiamo che il tetto è stato chiuso a scopo precauzionale per evitare le conseguenze di un possibile temporale; ipotesi che si è poi rivelata giusta. “È chiaro che avrebbero potuto aspettare ancora un po’ “ , ha dichiarato lo spagnolo.

“In fondo ci vogliono cinque minuti. È stata una pessima decisione. E non è la prima volta che mi trovo in disaccordo con Lars Graff. Però non ci posso fare nulla. Alla fine sono io che ho sbagliato il lancio di palla sul servizio.

Ma, ovviamente, la ritengo una pessima decisione” . Djokovic è apparso molto in difficoltà dal punto di vista fisico; oltre al problema al collo, il 17 volte campione Slam ha lamentato un forte dolore allo stomaco.

Proprio per questi motivi, Djokovic ha sollecitato più volte il fisioterapista. “Mi ha tolto il ritmo la chiusura del tetto” , ha spiegato ancora Bautista Agut. “E non è stata la prima volta in questa partita che è successo. Prima il toilet break, poi la chiamata del fisioterapista e poi la chiusura del tetto” .