Bartoli: "Slam al meglio dei tre set? Novak Djokovic rischierebbe di uscire subito"



by   |  LETTURE 4636

Bartoli: "Slam al meglio dei tre set? Novak Djokovic rischierebbe di uscire subito"

Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic hanno lasciato a bocca aperta tutti quanti negli ultimi 15 anni. I fan si sono talmente abituati a vederli trionfare nei Major da sminuire spesso il valore della concorrenza. Del resto, la supremazia dei Big 3 non può essere in discussione, specialmente negli Slam, essendosi aggiudicati 56 degli ultimi 67 Major disputati (gli ultimi 13 consecutivamente).

Da un po’ di tempo sta iniziando a farsi largo l’ipotesi di far disputare anche i quattro tornei più importanti del circuito al meglio dei tre set, così da ridurre gli infortuni e permettere agli altri giocatori di compensare il loro distacco dai tre mostri sacri.

Intervistata da Josh Cohen nella trasmissione ‘Match Points’, l’ex campionessa di Wimbledon Marion Bartoli ha espresso il suo giudizio su un’innovazione così radicale.

Bartoli: "Il rischio sarebbe troppo grande"

“Conosco bene gli organizzatori del Roland Garros e non si azzarderebbero mai.

Si rischierebbe di provocare l’eliminazione di una testa di serie alta perché magari ha ceduto in due tiebreak contro un grande battitore. A nessuno conviene, rischieresti di veder fuori la tua prima testa di serie all’inizio del torneo.

Se sei l’organizzatore degli US Open, sai di poter contare solo su Novak Djokovic,dato che Rafael Nadal difficilmente giocherà e Roger Federer ha già annunciato il suo forfait. Immaginate che esca di scena al primo turno contro un big server per 7-6 7-6.

All’improvviso il tabellone perderebbe interesse. Capisco che per i giocatori sarà difficile giocare per cinque set dopo una sosta così lunga, specialmente con il clima degli US Open. Tuttavia, è sempre stato così” – ha dichiarato Bartoli.

Entro la fine di luglio si conoscerà il responso definitivo della USTA sullo svolgimento degli US Open, che saranno anticipati dal torneo di Cincinnati. Il problema della quarantena non è ancora stato risolto, mentre il Citi Open di Washington è stato costretto ad annunciare la cancellazione nei giorni scorsi. Si profila una settimana ricca di novità.