Dusan Vemic: "Novak Djokovic è un atleta che non nasce tutti i giorni"



by   |  LETTURE 1815

Dusan Vemic: "Novak Djokovic è un atleta che non nasce tutti i giorni"

La collaborazione tra Novak Djokovic e Marian Vajda è senza dubbio una delle più proficue nella storia del tennis, sebbene i due avessero deciso di separarsi nel momento peggiore della carriera del serbo. Il numero 1 del mondo si avvale dei consigli del suo storico coach da quasi 15 anni, ma ha anche assunto occasionalmente alcune figure interessanti per far parte del suo team, incluso l’ex giocatore Dusan Vemic.

Di recente, il 17 volte campione Slam è finito nell’occhio del ciclone per aver organizzato l’Adria Tour senza curarsi minimamente delle norme sul distanziamento sociale. Lo stesso Djokovic è risultato positivo insieme alla moglie Jelena, il che ha indotto numerosi colleghi e addetti ai lavori a chiederne la rimozione dal suo ruolo di presidente del Consiglio dei giocatori.

Nel corso di una lunga intervista, Vemic ha rivolto profondi elogi al fenomeno di Belgrado.

Vemic: "Djokovic assorbe le informazioni con una velocità pazzesca"

“Novak, come tutti sappiamo, è un atleta e un tennista che non nasce tutti i giorni.

Recepisce tutto ciò che gli viene detto nel miglior modo possibile e lo assorbe immediatamente. Non si immagina con quanta velocità elabora tutte le informazioni” – ha spiegato Dusan, evitando accuratamente di spostare il discorso sull’Adria Tour.

“Dopo tutto quello che è successo, può solo diventare ancora più forte, intelligente e migliore. Quando ricominceranno i tornei, potrà contare su quattro mesi pieni di allenamento, sarà riposato dal punto di vista fisico e mentale.

Ha trascorso del tempo con la sua famiglia, tutto è in perfetto equilibrio. Ha bisogno di poche partite e sarà al suo massimo livello. Il tempo, i momenti e i tornei che abbiamo trascorso insieme sono stati meravigliosi.

Ero completamente focalizzato sul fare del mio meglio per aiutare lui e tutto il team a raggiungere gli obiettivi prefissati. È una persona eccezionale anche Vajda, un allenatore fantastico, ha grande esperienza e rimane sempre composto. Non perde mai di vista il fuoco del suo lavoro” – ha concluso.