Timea Bacsinszky: “Credo che Novak Djokovic si sia contraddetto”



by   |  LETTURE 2128

Timea Bacsinszky: “Credo che Novak Djokovic si sia contraddetto”

L’elvetica Timea Bacsinszky, 31 anni compiuti lo scorso giugno, ha raggiunto la 9° posizione del ranking WTA nel maggio del 2016. Semifinalista in due occasioni al Roland Garros, la giocatrice di Losanna ha anche disputato un quarto di finale a Wimbledon.

In carriera ha conquistato quattro titoli del circuito principale, di cui l’ultimo quattro anni fa, a Rabat. Parlando di Novak Djokovic, Timea ha suggerito l’ipotesi che il motivo per cui l’attuale numero uno del mondo ATP non sia tanto amato quanto Federer e Nadal, stia nel fatto che spesso contraddica le sue stesse parole.

Timea Bacsinszky su Novak Djokovic

Come riportato da Sportskeeda, la tennista svizzera ha dichiarato: “Un giorno, Novak Djokovic ha delle riserve sulla ripresa del circuito. Poi, invece, organizza un’esibizione con lo stadio pieno e con attività aggiuntive.

Ho l’impressione che quella mancanza di affetto di cui soffre derivi dal fatto che le persone percepiscano le sue contraddizioni. Credo che noi giocatrici del tour WTA siamo più responsabili degli uomini”.

Timea ha quindi indirettamente fatto riferimento alle ultime vicende che hanno visto il tedesco Alexander Zverev protagonista: “I ragazzi escono di più, è più facile che vengano visti nei locali notturni rispetto alle ragazze.

Una cosa è certa, cioè che il tennis non si può permettere un episodio peggiore e sono orgogliosa di vedere che il circuito femminile, al contrario, si sia comportato in modo molto responsabile”.

L’Adria Tour, torneo di esibizione tanto desiderato da Djokovic, è stato definitivamente cancellato alla notizia che Grigor Dimitrov, Borna Coric, Viktor Troicki e lo stesso Nole sono risultati positivi al test del Coronavirus, presto seguiti da Goran Ivanisevic.

Djokovic, guarito nel corso delle ultime settimane, ha trascorso questi giorni assieme alla propria famiglia nella vicina Bosnia ed Erzegovina. Vincitore di 17 prove del Grand Slam, il campione di Belgrado è tornato ad occupare la prima posizione del ranking ATP lo scorso febbraio, a seguito della sua vittoria agli Australian Open.