Donald Young: “Guardare l’Adria Tour di Novak Djokovic mi ha messo ansia”



by   |  LETTURE 2430

Donald Young: “Guardare l’Adria Tour di Novak Djokovic mi ha messo ansia”

Lo statunitense Donald Young, 31 anni a fine luglio, non ha mai superato gli ottavi di finale in un torneo del Grand Slam, risultato che ha raggiunto due volte agli Us Open: nel 2011 e nel 2015. Oggi fuori dai primi 300 giocatori del mondo, l’americano è stato numero 38 ATP nel 2012.

In carriera vanta le finali di Bangkok e Delray Beach, sconfitto da Andy Murray e Ivo Karlovic. Negli ultimi giorni ha parlato del recente circuito di esibizione organizzato da Nole Djokovic nella regione dei Balcani.

Donald Young: "L'Adria Tour mi ha messo ansia"

Secondo Young, era prevedibile la nascita di un nuovo focolaio in Serbia: “Ero seduto e stavo guardando l’Adria Tour alla televisione”, ha affermato.

“Mi dava ansia, guardare il tutto mi rendeva agitato. Ho scritto ad un paio di giocatori e mi sono detto: ‘Ma cos’è questo? E’ una recita?’. Da quel che ho visto io, i partecipanti si abbracciavano.

Il giorno prima ho visto alcune foto con i bambini ed altre cose e non facevano che stare tutti vicini e toccarsi. Mi sono chiesto della situazione in Serbia, deve essere incredibile laggiù. Ero confuso dal contrasto tra qua e là”.

Young ha quindi proseguito: “Mi sono detto: ‘Wow!’. . Poi, quando ho visto i giocatori abbracciarsi ed andare in discoteca, allora ho fatto: ‘Quanto vorrei fare anche io delle cose del genere in un momento come questo!’.

. Quanto accaduto all’Adria Tour avrà delle ripercussioni sugli Us Open e sul resto del circuito. Djokovic è il Presidente del Players Council, ma poi organizza eventi come questo con altri giocatori. Spero che in futuro le cose vengano gestite in modo completamente diverso e in sicurezza”.

Oggi Young è attivo principalmente nel circuito Challenger: dopo aver tentato di farsi strada nelle qualificazioni degli Australian Open (sconfitto al primo turno), ha preso parte esclusivamente agli appuntamenti Challenger di Newport Beach, Dallas, Cleveland, Columbus e Monterrey. In doppio vanta una finale al Roland Garros 2017, persa in coppia con Santiago Gonzalez.