Annabel Croft sta con Djokovic: "Credo abbia fatto tutto con le migliori intenzioni"



by   |  LETTURE 1572

Annabel Croft sta con Djokovic: "Credo abbia fatto tutto con le migliori intenzioni"

La questione "Adria Tour" ha assorbito la stragrande maggioranza delle discussioni nel corso delle ultime due settimane. Nel quasi immenso mosaico-dei-pareri è ormai possibile trovare tessere di qualsiasi colore.

Insomma, Novak Djokovic non si è ritrovato a navigare in solitudine nel mare delle polemiche. Anzi. Basti pensare al sostegno che ha ricevuto dal primo ministro serbo, che in soldoni ha deciso di addossarsi ogni colpa.

A prendere le parti del numero uno del mondo è stata anche Anabell Croft. Volto noto di Eurosposrt, Sky Sports e BBC, nel corso di una chiacchierata con i ragazzi di "Tennis365" ha provato a tirare un bilancio con estrema lucidità e a spiegarne i motivi.

«Non so di preciso quali direttive abbia dato il governo a Djokovic per l'organizzazione dell'evento, ma il primo ministro serbo si è addossato la colpa per quello che è successo. Credo che Djokovic abbia fatto tutto con le migliori intenzioni.

Ha cercato di restituire un po' di normalità al suo paese e soprattutto di dare ad alcuni giocatori la possibilità di disputare delle partite e di guadagnare soprattutto qualche soldo dopo la sospensione del tour.

A questo punto dobbiamo sperare che tutte le persone che hanno contratto il virus stiano bene e renderci ancora conto che in questo momento non possiamo abbassare la guardia».

I dubbi sulla ripartenza

Proprio così.

Anche perché il velo di incertezza che ha coperto tutti i piani sulla ripresa nel corso degli ultimi mesi non si è ancora sollevato. Nemmeno con un calendario nuovo di zecca. Secondo quanto riportato dal quotidiano "Marca" il numero uno del mondo (tra le altre cose Presindente del Player Council ATP) avrebbe scritto una lettera a tutti i colleghi per rafforzare la tesi sull'impossibilità di ricominciare a muovere i primi passi negli Stati Uniti.

Dopo una breve sosta a Washington (prevista dal 14 agosto) il carrozzone del tennis dovrebbe infatti spostarsi in maniera stabile a Flushing Meadows per il "Western&Southern Open" di Cincinnati e ovviamente per lo Us Open. Photo Credit: Getty Images