Serbia, il primo Ministro: "Date la colpa al Governo, ma non a Novak Djokovic"



by   |  LETTURE 2887

Serbia, il primo Ministro: "Date la colpa al Governo, ma non a Novak Djokovic"

Il primo ministro serbo, Ana Brnabic, è intervenuta in difesa del connazionale e numero 1 al mondo Novak Djokovic. La politica ha chiarito ancora una volta che il campione serbo aveva solo buone intenzioni con l'organizzazione del torneo esibizione Adria Tour.

Dopo due mesi di quarantena a Marbella Novak è arrivato in Serbia ed ha organizzato questo evento in giro per alcuni paesi dei Balcani. L'obiettivo iniziale dell'Adria Tour era fermarsi per Serbia, Croazia, Montenegro e Bosnia anche se poi l'evento in Montenegro è stato cancellato dopo che gli organizzatori non hanno trovato l'accordo con il Governo montenegrino.

Alla fine l'evento è stato cancellato dopo l'esibizione a Belgrado ed in parte in Croazia, poi è stato tutto cancellato dopo la positività di alcuni tennisti al virus. Vi sono stati tante critiche per questo evento visto che sia a Belgrado che a Zara l'esibizione ha visto tanta folla e allo stesso tempo gli stessi tennisti si abbracciavano e non prendevano alcuna precauzione.

Dopo tutti questi avvenimenti diversi tennisti e fan da tutto il mondo hanno avuto critiche per Novak Djokovic, considerato autore di un comportamento irresponsabile.

La difesa a Novak Djokovic del Ministro serbo

Intervenuta nel corso di un evento il Primo Ministro della Serbia Ana Brnabic ha dichiarato: "Pieno supporto a Novak Djokovic.

Lui ha provato a fare qualcosa di buono non solo per la Serbia, ma per tutti i Balcani e ha provato ad aiutare giovani tennisti. È facile criticare qualcuno perché voleva fare qualcosa di nobile, ma la realtà è che la cosa più semplice era incolpare il Governo e magari me ma non Novak Djokovic.

Se volete incolpare qualcuno, incolpate me personalmente e lasciate in pace Novak, lui è stato buono e coraggioso. Ha investito energia e penso anche tanti dei suoi soldi. È colpa nostra che abbiamo permesso misure troppo semplici, ma senza queste misure non era possibile disputare il torneo.

Djokovic è uno che viene criticato per aver fatto qualcosa di buono e coraggioso, ma viene criticato da casa da persone che sono sedute sul divano di casa propria" Nel 2020 Novak Djokovic ha iniziato alla grande prima della Pandemia ed ha vinto l'Atp Cup e l'Australian Open.