In Croazia appare un graffito con scritto "Djokovic muori"



by   |  LETTURE 2737

In Croazia appare un graffito con scritto "Djokovic muori"

Nella città di Ivanisevic, Spalato, è apparso un graffito con scritte queste parole: "È nostro desiderio morire di esso (coronavirus). Saluti da Spalato. Che Dio ce lo conceda. Djokovic, muori" Il motivo di questa ondata di odio verso il tennista serbo numero uno del mondo è dovuta a ciò che è accaduto qualche giorno fa durante l'Adria Tour, il torneo di esibizione organizzato da Djokovic insieme al suo allenatore Ivanisevic e Janko Tipsarevic.

Proprio mentre si stavano disputando le fasi finali del torneo, a Zara in Crozia, visto che il format dell'evento era itinerante e toccava varie città dei Paesi balcanici, sono risultati positivi in successione Dimitrov, Coric, Marco Panichi, preparatore di Djokovic e lo stesso campione serbo con la moglie Jelena.

Alla lista dei contagiati si è aggiunto anche Goran Ivanisevic, allenatore del 17 volte campione Slam Inevitabili ed immediate le proteste da parte di tutto il mondo sportivo, che accusa Djokovic di essere il responsabile di questo focolaio in quanto organizzatore di un evento aperto al pubblico senza l'applicazione dei protocolli di sicurezza che in questi mesi si stanno utilizzando in ogni tipo di evento.

Quella che voleva essere un'occasione per dimenticare il periodo negativo e le morti di tantissime persone si è trasformata in una caccia al colpevole, individuato al momento proprio nel tennista di Belgrado.

Graffiti contro Djokovic in Croazia

Ultimo episodio di questa escalation di insulti, minacce e pesante ironia, sono proprio i graffiti apparsi su un muro della città di Spalato in Croazia, con l'intento di voler minacciare il diretto interessato il cui nome appare scritto proprio nella parete accanto alla parola "muori"

Secondo i media del luogo, le autorità locali hanno già avviato un'indagine per identificare i responsabili di quest'azione priva di senso e vergognosa che non aiuta a risolvere una situazione che si sta facendo sempre più complicata.

Rumors circolati in questi giorni sembrano affermare che ci sia l'intenzione di sollevare Djokovic dal ruolo di Presidente dell'ATP Player Council, in virtù del suo comportamento definito sconsiderato e irrispettoso nei confronti della salute della gente