Annacone: "L'idea di Novak Djokovic era buona, ma il risultato è stato disastroso"



by   |  LETTURE 1370

Annacone: "L'idea di Novak Djokovic era buona, ma il risultato è stato disastroso"

Mercoledì scorso è stata una delle giornate più difficili della carriera di Novak Djokovic. Il numero 1 del mondo, già bersagliato da tutte le parti per aver organizzato l’Adria Tour senza garantire la sicurezza e il distanziamento sociale, ha infatti annunciato la sua positività al COVID-19 dopo essere rientrato a Belgrado.

Al suo fianco c’era papà Srdjan, che ha avuto la non brillante idea di incolpare dell’accaduto Grigor Dimitrov, il primo a risultare positivo poco prima della finale della seconda tappa a Zara. L’agente del bulgaro, Georgi Stoimenov, ha risposto piccato alle accuse di Djokovic Sr e lo stesso ha fatto il manager di Dominic Thiem qualche ora dopo.

Se ciò non bastasse, si susseguono richieste per far dimettere Nole dal suo ruolo di presidente del Consiglio dei giocatori, Paul Annacone, ex allenatore di Pete Sampras e Roger Federer, ha analizzato la situazione cercando di non gettare benzina sul fuoco.

Annacone: "Il risultato è stato disastroso"

“Ci sono 10 persone nel Consiglio dei giocatori, bisognerebbe sapere come la pensano. Ci sono 500 giocatori in tutto il mondo che sono sul filo del rasoio, sperando che la stagione ricominci e si possano disputare gli US Open.

Ogni azione ha una conseguenza” – ha dichiarato l’americano. “La sua passione e la sua idea di organizzare un’esibizione per una buona causa hanno offuscato tutto il resto, compresa la scienza e il parere degli esperti.

L’intento era buono, ma il risultato finale è stato abbastanza disastroso” – ha aggiunto. Il numero 35 del mondo Guido Pella è stato l’ultimo in ordine temporale a scagliarsi contro Djokovic.

“Ha giocato con la salute di molte persone e ha oltrepassato il limite. Sarà complicato ripristinare la sua immagine, visto che ha mancato di rispetto al mondo del tennis e al pianeta in generale. Non ho idea di come farà ad uscirne” – ha sentenziato l’argentino.

Intanto, Goran Ivanisevic ha annunciato di aver contratto il virus dopo che i primi due tamponi avevano dato esito negativo.