Novak Djokovic risponde alle critiche: "Non posso piacere a tutti"



by   |  LETTURE 2605

Novak Djokovic risponde alle critiche: "Non posso piacere a tutti"

Con i suoi incredibili risultati, Novak Djokovic si è guadagnato a pieno merito un posto nell’Olimpo del tennis, essendosi reso protagonista, insieme a Roger Federer e Rafael Nadal, di una delle ere tennistiche più incredibili di sempre.

Quello che tuttavia il serbo non è (ancora) riuscito a conquistare è l’amore del pubblico. Ovviamente questa affermazione va letta in relativo: Nole, da campione assoluto qual è, può contare su milioni di sostenitori sparsi nel mondo (in Cina, in particolare, la sua popolarità è sbalorditiva), ma è indubbiamente meno amato dei suoi più grandi rivali, Federer e Nadal.

Non è un caso che, ormai da anni, nelle sfide Slam più importanti Djokovic si ritrovi contro praticamente tutto lo stadio, che o è palesemente schierato per il suo avversario (questo sostanzialmente capita qualunque sia il suo avversario) o lo osteggia apertamente (vedasi la clamorosa finale di New York 2015, peraltro vinta, contro Roger Federer).

Recentemente, alcune affermazioni discutibili del belgradese in merito a vaccini e medicina orientale hanno sollevato nuove critiche da parte del web, alle quali lo stesso Djokovic ha risposto nel corso di un recente intervento in un podcast.

La risposta di Novak Djokovic alle critiche

“Ero consapevole che qualunque cosa dicessi avrebbe suscitato delle reazioni, sia positive che negative” ha commentato il numero 1 del mondo. “Come reagisco a tutto questo? Beh, non posso dire che non mi tocchi, certamente mi colpisce quando la gente mi condanna e mi critica per usare i social come mezzo per diffondere pseudoscienza ed informazione negativa, che può avere delle ripercussioni sulla salute di una persona.

Queste sono cose serie. Io sono consapevole del fatto che, qualunque cosa faccia o dica, non posso piacere a tutti” ha proseguito il belgradese. “Non è questo il mio scopo. Voglio dire una cosa: non cerco mai di attaccare le persone, nè di condannare qualcuno.

Provo a diffondere delle idee costruttive, riguardo alla nutrizione e a tutto il resto: salute, successo, ambiente circostante”.

Photo Credit: Getty Images