Il Ministro degli Esteri serbo chiede aiuto a Novak Djokovic


by   |  LETTURE 3527
Il Ministro degli Esteri serbo chiede aiuto a Novak Djokovic

Con lo stop al tennis da diversi mesi causato dall'Emergenza Coronavirus non si parla più dei risultati di Novak Djokovic, ma si tende soprattutto a commentare diverse polemiche che lo stanno coinvolgendo in questi mesi. Dalle dichiarazioni della madre contro Roger Federer alle critiche subite per i rapporti con il Guru e grande amico Chervin Jafarieh.

Attorno al campione serbo sono nate diverse polemiche e questa volta è stato il Ministro degli Esteri serbo Ivica Dacic a coinvolgere il noto campione. È conosciuta oramai da anni la guerra interna che stanno vivendo Serbia e Kosovo con quest'ultimo autoproclamatosi indipendente nel 2008 e la nazione serba che continua a non essere d'accordo con questa decisione.

Novak Djokovic è molto ammirato ed apprezzato come tennista in Kosovo ed ora è Dacic a chiedere una mano al numero 1 serbo. Ecco le sue dichiarazioni sul giornale Blick: "Novak si è sempre chiesto cosa potevamo fare per questa disputa e lui, come chiunque altro qui in Serbia, è in attesa che il Kosovo ritiri ogni particolare richiesta.

Sono molte le persone che mi hanno chiesto di lui, anche solo per fargli inviare una sua pallina da tennis autografata o una racchetta. È un grande ambasciatore della Serbia e anche in Kosovo lo adorano, in questi giorni l'ho chiamato per chiedergli una mano"

Visto i suoi successi su scala mondiale appare scontato che la figura di Novak Djokovic è molto importante anche nella politica interna in Serbia