Djokovic: "La mia è una famiglia sportiva, ma nessuno aveva mai giocato a tennis"


by   |  LETTURE 1164
Djokovic: "La mia è una famiglia sportiva, ma nessuno aveva mai giocato a tennis"

Il tennis è entrato presto nella vita di Novak Djokovic, ma quasi per caso. Il serbo aveva appena quattro anni quando a Kopaonik, il centro sciistico vicino al confine con il Kosovo in cui i suoi genitori e suo zio Goran avevano aperto una pizzeria, furono costruiti dei campi da tennis.

Jelena Gencic, che aveva scoperto il talento della Hingis, fu mandata ad allenare giovani tennisti su quei campi, e non potè non notare un bambino che guardava curioso gli allenamenti: si trattava del piccolo Nole.

“Mi innamorai del tennis quando avevo 4 anni” ha raccontato il numero 1 del mondo in una recente intervista. “Mio padre mi comprò una racchetta da tennis, c’erano tre campi di fronte al ristorante dei miei.

I geni sportivi corrono da sempre nel sangue della mia famiglia, perciò non fu una sorpresa che io cominciassi a praticare uno sport. Ma fu strano che avessi scelto il tennis, visto che mio padre e i miei zii erano stati sciatori a livello professionistico”.

Jelena Gencic, a cui Nole ha dedicato il trionfo a Wimbledon 2014 e un mini documentario girato per Jacob’s Creek, gli fece da allenatrice e da mentore in quei primissimi anni di carriera, prima che Nole entrasse, intorno ai dodici anni, nell’Accademia che Nikola Pilic aveva fondato a Monaco. Photo Credit: Getty Images