Novak Djokovic ricorda una delle sconfitte più "strazianti" della sua carriera


by   |  LETTURE 3395
Novak Djokovic ricorda una delle sconfitte più "strazianti" della sua carriera

Novak Djokovic ha vissuto tanti momenti indimenticabili nella sua carriera. I 17 titoli dello Slam, i 5 trionfi ATP Finals e le 282 settimane da numero 1 sono soltanto alcuni dei numeri fantascientifici che il serbo può vantare.

Ciononostante, anche uno dei più grandi dominatori ha dovuto digerire alcune sconfitte davvero dolorose. Oltre al Roland Garros, che ha causato tanti dolori sportivi al belgradese prima del trionfo del 2016, i ko più cocenti della carriera di Nole sono arrivati alle Olimpiadi; tanto che l’oro olimpico rappresenta ormai l’unica macchia del suo sconfinato palmares.

Dopo la sconfitta in semifinale con Nadal a Pechino 2008, Nole ha perso in semifinale anche a Londra 2012, per mano stavolta di Andy Murray, e al primo turno a Rio 2016, contro quello stesso Juan Martin del Potro che, quattro anni prima, gli aveva negato anche il bronzo.

Proprio la sconfitta contro Delpo è stata ricordata da Djokovic quando il numero 1 del mondo è stato ospite del programma TV In Depth with Graham Bensinger. “È stato uno dei momenti più strazianti della mia carriera” ha dichiarato Nole.

“Avevo delle grosse aspettative sui Giochi Olimpici di Rio. Ero il numero 1 del mondo e avevo vinto quattro Slam di fila. Ero al picco della mia carriera, in termini di risultati, gioco e sensazioni. Sentivo che, se mai ci fosse stata per me l’occasione per vincere l’oro o per lottare per l’oro, era quella”.

Il prossimo anno Djokovic avrà la possibilità di rifarsi. “Quattro anni più tardi, penso di avere più esperienza a livello mentale ed emotivo, e questo mi aiuterà nella preparazione e nell’approccio a Tokyo” ha concluso Nole.

Photo Credit: Getty Images