Del Potro racconta una delle sfide più importanti della sua carriera


by   |  LETTURE 2086
Del Potro racconta una delle sfide più importanti della sua carriera

Sono quasi due mesi che Juan Martin Del Potro ha terminato il periodo di riabilitazione a Miami dopo un operazione al ginocchio destro ed ora è in quarantena obbligatoria in Argentina. Il tennista sarà in quarantena per 15 giorni per evitare il possibile contagio da eventuale Coronavirus.

Nel corso di una videochat con l'ex giocatore di basket argentino Manu Ginobili, Del Potro ha raccontato come un match abbia particolarmenre scombussolato la sua carriera. Si tratta della gara alle Olimpiadi di Rio 2016 dove l'argentino sconfisse l'attuale numero 1 al mondo Novak Djokovic: "Quando sono tornato a giocare nel 2016 non riuscivo a giocare a due mani e spesso giocavo con lo slice.

In realtà non era il mio gioco e non mi faceva stare bene. Ho avuto un prima e un dopo le Olimpiadi di Rio. La gara con Djokovic cambiò totalmente la mia situazione in meglio. Sono riuscito a fare crescere la mia carriera nuovamente e riorganizzarmi il più possibile.

Tuttavia Djokovic è nettamente avanti nei precedenti con l'argentino, davanti con 16 vittorie in 20 precedenti, un risultato molto netto. Del Potro ha battuto Djokovic alle Olimpiadi del 2016 e fu sconfitto solo in finale contro il tennista britannico Andy Murray.

Nel 2013 Djokovic ha ottenuto però due delle vittorie più importanti della sua carriera. Una sfida epica nella semifinale di Wimbledon del 2013 conquistata in cinque set e una vittoria mozzafiato sempre del serbo nella finale 2013 del Masters di Shanghai.