Paul Annacone: “Ecco il segreto dell’imbattibilità di Novak Djokovic”


by   |  LETTURE 3221
Paul Annacone: “Ecco il segreto dell’imbattibilità di Novak Djokovic”

Vincitore della prima ATP Cup della storia, del suo ottavo trofeo agli Australian Open e del 17° Grand Slam in carriera, oltre ad aver trionfato per la quinta volta anche a Dubai, il serbo Novak Djokovic è ad oggi imbattuto dalle ultime ATP Finals di Londra, disputate nel novembre 2019, quando uscì sconfitto nella partita decisiva del Round Robin contro Roger Federer.

Da allora, ventuno successi consecutivi, che lo proiettano come principale favorito alla vittoria dei più importanti tornei dell’anno, primo fra tutti il Roland Garros (Coronavirus permettendo). Secondo Paul Annacone, ex allenatore di Federer, c’è un motivo in particolare in grado di spiegare il grande successo del tennista serbo: “Certi giocatori si fanno sopraffare dalle emozioni e questo li danneggia.

Novak, invece, è un maestro nel saperle gestire in modo tale da poterlo spronare e guidare. Ha avuto un po’ di difficoltà lo scorso fine anno quando non è riuscito a vincere la Coppa Davis, poi è tornato e ha vinto l’ATP Cup.

Allora mi sono chiesto: ‘Cosa succederà agli Australian Open? Abbasserà un po’ la guardia adesso?’. A Melbourne, ha avuto qualche problema a metà della finale, ma cos’è che fanno i grandi giocatori? Cercano un modo per tornare in equilibrio, rimettersi in carreggiata e fare del proprio meglio.

Non solo ha vinto quel trofeo, ne ha tratto le sensazioni positive ed è andato a Dubai, lì ha salvato tre match point in semifinale contro Monfils – che ha giocato un tennis davvero spettacolare – e poi, in finale, è stato ingiocabile.

Ha gestito benissimo gli alti e bassi emozionali con tutti i loro lati positivi e negativi, cosa che ha permesso al suo talento di fiorire”.