Novak Djokovic: "L'infortunio è serio. Non so quando tornerò"


by   |  LETTURE 18729
Novak Djokovic: "L'infortunio è serio. Non so quando tornerò"

Novak Djokovic è in Serbia per godersi un po' di tempo libero con la sua famiglia in attesa, chissà dove e chissà quando, di tornare a giocare nel circuito Atp. Le dichiarazioni rilasciate dal serbo lunedì ai giornalisti locali non sono per nulla rassicuranti.

Djokovic lavora ogni giorno con il suo fisioterapista per recuperare dall'infortunio alla spalla sinistra che lo ha costretto al ritiro agli ottavi di finale degli US Open contro Stan Wawrinka. Nole è stato in una clinica in Svizzera la scorsa settimana, la stessa dove si è operato al gomito destro nel febbraio 2018, ma per ora ha scelto di evitare un nuovo intervento chirurgico.

"Mi piacerebbe dire quando tornerò, ma non lo so davvero - ha ammesso Djokovic -. Sto facendo riabilitazione ogni giorno. Purtroppo, l'infortunio è più serio di quanto immaginassi. Mi è dispiaciuto non poter andare avanti a New York, uno dei quattro tornei più importanti che abbiamo nel calendario annuale, e il più importante di questa seconda metà di stagione"

Lascia tuttavia uno spiraglio di luce per il futuro: "Spero di stare bene presto. Vedremo come va da qui a una settimana. L'ideale sarebbe tornare a Tokyo", ha detto Nole riferendosi al torneo ATP 500 che inizia a fine settembre.

Djokovic è la grande star nell'evento giapponese e anche per questo sta facendo di tutto per non chiudere in anticipo la stagione. Presto però sarà il momento di prendere una decisione anche in ottica della stagione 2020.