Toni Nadal: "Chi ha fischiato Djokovic capisce ben poco"


by   |  LETTURE 6665
Toni Nadal: "Chi ha fischiato Djokovic capisce ben poco"

Tra i protagonisti mancati di questo Us Open, il posto più alto sul podio spetta a Novak Djokovic. Favorito numero uno d’obbligo sin dalla vigilia e che ha visto il suo torneo finire agli ottavi di finali, fermato, più che da Wawrinka, dai problemi alla spalla che l’avevano perseguitato sin dalle prime battute del torneo.

Ma a far discutere, più dell’infortunio stesso, è stato l’atteggiamento del pubblico sugli spalti ( e aggiungiamo anche fuori dagli spalti) che ha subissato di fischi il numero uno al mondo ritenendolo colpevole non si sa bene di quale messa in scena.

A stigmatizzare tale comportamento Toni Nadal, che in un articolo di suo pugno su El Pais, difende il campione serbo. “Vorrei dedicare alcune righe a Novak Djokovic, che ha dovuto ritirarsi tra i fischi maleducati di un settore del pubblico, quando non è stato in grado di superare i suoi problemi alla spalla nel terzo set negli ottavi di finale.

Devi capire ben poco per non accorgerti che il serbo era già abbastanza affranto da dover lasciare il torneo e, per inciso, le elevate possibilità che aveva di vincerlo. Questo è un esempio della sfortunata tendenza a non accettare e fischiare tutto ciò che va contro le nostre aspettative.

Fingere è qualcosa di inconcepibile per un atleta con la sua comprovata capacità di combattere”