Boris Becker: "Vedo Novak Djokovic come il giocatore del popolo"


by   |  LETTURE 2991
Boris Becker: "Vedo Novak Djokovic come il giocatore del popolo"

Boris Becker, ex numero uno del mondo e vincitore di sei tornei del Grande Slam, è stato uno degli allenatori che hanno accompagnato l’incredibile carriera di Novak Djokovic. Il tedesco ha affiancato Marian Vajda ed il team del serbo per ben tre anni, anni in cui Djokovic ha arricchito la propria bacheca con 6 tornei dello Slam e 14 Masters 1000.

In un’intervista al quotidiano Daily Express, Becker ha parlato dell’amore e dell’effetto che Djokovic riceve dal pubblico. “Novak è un perfezionista. Cerca di fare tutto nel modo corretto, ma sa che non può controllare tutto quello che accade durante un match” , ha spiegato Becker.

“Il tennis è stato dominato da Roger Federer e Rafael Nadal per molti anni, e non solo sul campo. Entrambi hanno sempre avuto grande potere è successo, basti pensare allo sponsor Nike. Novak è riuscito a raggiungere la vetta del tennis grazie al suo talento.

È diventato il numero uno, vincendo tanti Major proprio contro Federer e Nadal. Nessuno è riuscito a fare quello che ha fatto lui. Per questo vedo Novak come il giocatore del popolo”. Soffermandosi proprio sulla sua collaborazione con il serbo, Becker ha ricordato quei meravigliosi anni.

“Ero già stato giocatore, agente ed anche allenatore. Con tutte le mie conoscenze, ho cercato semplicemente di migliorare Nole. Non c’erano segreti, quando parlavo di tennis con lui tutto il team mi ascoltava.

Sono momenti incredibili che non possono essere spiegati. È stato divertente lavorare con Novak, ci capivamo in un attimo”.