Djokovic: "Cerco di gestire al meglio la pressione di essere numero uno"


by   |  LETTURE 2194
Djokovic: "Cerco di gestire al meglio la pressione di essere numero uno"

Ha perso l'occasione unica e forse irripetibile di conquistare il "Grande Slam" al Roland Garros quest'anno, ma ha già trovato ricaricato le proprie energie e cercare nuove sfide. La gloria di Novak Djokovic ha attraversato Parigi con la possibilità di vincere quattro Slam consecutivi e diventare così il primo tennista nella storia del tennis capace di vincere due volte ciascuno dei quattro eventi principali.

Tuttavia, il passato non può essere cambiato e con questo spirito deve affrontare una nuova sfida come quella di Wimbledon nel 2019. Arriva come numero 1 nel mondo e campione in carica, alla ricerca di quello che sarebbe il suo quinto titolo a Londra.

Per prepararsi al meglio all'assalto all'All England Tennis Club, ha deciso di prender parte al torneo di esibizione The Boodles , dove si è già misurato con Christian Garín e sarà opposto anche a Denis Shapovalov.

L'anno scorso Novak andò a Londra con molti più dubbi che certezze. La sua carriera era stata ai margini dell'abisso e aveva intrapreso il torneo come una sorta di ultimatum. Ed invece è riuscito a compiere l'ennesima impresa della sua carriera, vincendo una delle battaglie più belle mai viste ai Championship, contro Rafael Nadal in semifinale.

Duello che potrebbe ripresentrsi quest'anno, in quanto lo spagnolo sarà la testa di serie numero 3 del seed. "Quello che è successo in questo torneo l'anno scorso è stato un grande punto di svolta nella mia carriera.

Ero fuori dalla top-20, avevo recuperato da un complicato infortunio al gomito per il quale ho dovuto subire un intervento chirurgico, ma riuscire a vincere il titolo ha cambiato tutto", ha commentato con i giornalisti accreditati al torneo di esibizione.

"Il titolo del 2018 ha cambiato la mia vita e mi ha ridato tutta la fiducia in me stesso, da allora tutto è andato molto bene, mi ha permesso di godermi nuovamente questo sport e avere la coscienza di poter fare ancora grandi cose", ha rivelato il serbo che negli ultimi dieci anni, in una sola occasione, non è riuscito ad arrivare alla seconda settimana adiWimbledon.

Era il 2016 e, causa un gomito un pò malconcio, perse al terzo turno conr contro Sam Querrey. "I Grandi Slam sono la mia priorità assoluta in questo momento della mia carriera, trovare le giuste motivazioni non sarà certo un problema.

Io cerco di affrontare nel migliore dei modi la pressione di essere il numero 1 nel mondo", ha concluso Novak, che sarà testa di serie numero uno e favorito numero uno alla conquista del titolo 2019 dei Championship.