Novak Djokovic: "Il mio obiettivo è scrivere la storia"


by   |  LETTURE 4751
Novak Djokovic: "Il mio obiettivo è scrivere la storia"

Novak Djokovic ha raggiunto le semifinali del Roland Garros senza aver ceduto neppure un set. Un ruolino di marcia ai limiti della perfezione, che rilancia la candidatura del numero 1 del mondo verso il secondo trionfo all’ombra della Torre Eiffel.

L’ultimo a cadere sotto i colpi del serbo è stato Alexander Zverev, che aveva sconfitto Nole nella finale delle ATP Finals 2018. Il vincitore degli ultimi tre Major ha sofferto solo nel primo set: “Stava servendo molto bene, non è stato facile trovare la giusta posizione per rispondere.

Ero sotto 4-5, poi ho giocato 5-6 game quasi perfetti e ho ribaltato l’inerzia. Le condizioni erano abbastanza ventose, ma è stato bello riuscire a giocare dopo la pioggia di ieri." A giocarsi le semifinali saranno i primi quattro del seeding per la prima volta dagli Australian Open 2012.

Ad attendere Djokovic c’è Dominic Thiem: “Ci saranno grandi aspettative sui prossimi match ed è positivo per il torneo. Nei tornei dello Slam, tutti cercano di cambiare marcia. Tutti quanti vogliono scrivere la storia e gli Slam sono il posto giusto per farlo.

Dominic merita di essere arrivato a questo punto, soprattutto sulla terra, dove è in grado di esprimere il suo miglior tennis. Ha una potenza impressionante con il servizio e il dritto. Ha effettuato progressi notevoli al servizio.

Nicolas Massu lo ha aiutato molto, specialmente dal punto di vista mentale. Sembra che la loro collaborazione stia funzionando bene” – ha dichiarato il 15 volte campione Slam. Novak non ha mai nascosto il suo desiderio di ritagliarsi un posto importante nella storia di questo sport: “Più la mia carriera va avanti, più cresce l’idea di fare la storia.

Questa è una delle grandi motivazioni che mi spingono a continuare a giocare. Non c’è modo migliore che vincere gli Slam e rimanere il numero 1 più a lungo possibile. Questo è il massimo che posso sperare”.