Novak Djokovic: "Sono motivato a lottare per il titolo"


by   |  LETTURE 2113
Novak Djokovic: "Sono motivato a lottare per il titolo"

Da Parigi, il nostro inviato - Nessun problema per Novak Djokovic che si è qualificato per i quarti di finale del Roland Garros senza perdere set. Il numero 1 del mondo ha concesso solo otto game al tedesco Jan-Lennard Struff, oltre a diventare il primo giocatore in assoluto a centrare i quarti a Parigi per la decima volta consecutiva.

“Non mi dispiace essere arrivato a questo punto senza faticare troppo. Penso di aver giocato molte partite serrate nella mia carriera e conosco quali sono gli effetti. Ti mettono alla prova i match lottati, ma allo stesso tempo è bello vincere facilmente e risparmiare energie in vista del turno successivo” – ha spiegato Nole in conferenza stampa.

Il fuoriclasse serbo è molto contento del rendimento espresso sinora: “Sono soddisfatto del mio gioco finora, ho raggiunto i quarti di finale e sono vicino al mio miglior livello sulla terra. Sono felice di ogni aspetto del mio gioco e sono motivato a lottare per il titolo.

Ecco perché sono qui, ma c’è ancora da fare prima di pensare a questo”. Numerosi giocatori preferiscono riposare nella settimana che precede uno Slam, mentre alcuni top player come Alexander Zverev sono propensi a disputare tornei per mettersi in ritmo.

Djokovic ha una posizione ben precisa al riguardo: “Nel mio caso, non ho bisogno di giocare la settimana prima di uno Slam. L’ho fatto un paio di volte nella mia carriera, l’ultima nel 2017 quando ho disputato Eastbourne prima di Wimbledon.

Per quanto riguarda la scelta di Sascha, credo che non fosse soddisfatto dei suoi risultati nei tornei precedenti e aveva voglia di giocare qualche partita. Questo è il principale motivo che spinge tanti giocatori a scendere in campo prima di un grande torneo”.

Il 15 volte campione Slam ha commentato infine l’impresa di Stan Wawrinka contro Stefanos Tsitsipas: “Stan è un grande giocatore, è uno di quelli che riesce a tirar fuori il suo miglior tennis quando ne ha più bisogno.

È molto forte mentalmente e non sono sorpreso di vederlo al suo meglio. Ho visto un pezzo di partita, entrambi hanno espresso un tennis eccezionale, c’era uno spirito combattivo e allo stesso tempo rispettoso. Quell’abbraccio alla fine è stato molto bello da vedere.

Stan è un tre volte campione Slam, non dobbiamo mai dimenticarlo. È bello che sia tornato a questo livello”. Djokovic affronterà nei quarti Alexander Zverev, che lo ha battuto nella finale delle ATP Finals 2018.