Novak Djokovic: "Alcuni sponsor ti proibiscono di sciare"


by   |  LETTURE 1445
Novak Djokovic: "Alcuni sponsor ti proibiscono di sciare"

Una partita dai due volti per Novak Djokovic a Miami contro Bernard Tomic. Il serbo ha faticato nel primo set prevalendo solo al tie-break, poi nel secondo ha dilagato concludendo con un netto 6-2. "Non ti dà molto ritmo - ha ammesso il numero uno del mondo -.

Ogni palla è diversa e può giocare bene sia da dentro il campo che da dietro la riga di fondo. Ha un gioco che non si vede spesso. Non sai cosa può succedere quando colpisce, soprattutto al servizio a causa del suo movimento particolare.

È stato difficile leggere il suo servizio, poi nel secondo set ho giocato meglio" Ha sentito una pressione extra visto che era reduce dalla sconfitta a sorpresa contro Philipp Kohlschreiber? "No. Ovviamente tutti sentono pressione entrando nel campo centrale al di là di quanta esperienza hai e di quanto alta sia la tua classifica.

Se sei entusiasta e un po' teso, significa che sei motivato. È una sensazione normale che ho spesso in un torneo così importante. Sembra quasi di giocare indoor, dopo le 13:00 non c'è più sole"

Dopo gli Australian Open è stato in Trentino Alto Adige per sciare. Roger Federer ha detto di recente che non scia dal 2008 per paura di farsi male. "Sciare ha condizionato la flessibilità delle mie articolazioni e caviglie - ha ammesso Nole -.

So che a tanti giocatori è proibito sciare, ma nel mio contratto questo non è compreso. Non firmo contratti che mi impediscano di andare sugli sci. È uno sport che ho nelle vene fin da bambino: mio padre gareggiava, così come mio zio e le mie zie. Sono cresciuto in montagna, e credo che questo abbia aiutato la mia crescita da giocatore"