Greg Rusedski: "Djokovic è l'uomo da battere a Melbourne"


by   |  LETTURE 1261
Greg Rusedski: "Djokovic è l'uomo da battere a Melbourne"

In una recente intervista, l’ex tennista Greg Rusedski ha analizzato la situazione del tennis maschile alla vigilia degli Australian Open. Il britannico è partito dal numero 1 del mondo Novak Djokovic, che a suo avviso rappresenta il grande favorito per la vittoria finale.

Mi ha sopreso molto vedere il livello di Djokovic a partire da Wimbledon” ha dichiarato l’ex numero 4 del mondo ai microfoni di Metro. “Il suo incredibile stato di forma lo ha riportato al vertice del tennis mondiale, e senza dubbio alcuno è l’uomo da battere in questo 2019.

L’aspetto interessante è i tre tennisti che sono riusciti a batterlo da allora sono tre giovani: Tsitsipas a Toronto, Khachanov a Bercy e Zverev a Londra. Credo che questi tre ragazzi, insieme a Coric ed Edmund, siano da tenere d’occhio in questa stagione.

Nei Grandi Slam vedo comunque Djokovic un passo avanti a tutti, anche se al Roland Garros Rafael Nadal tornerà ad essere favorito, qualora torni in perfetta condizione”. “Non possiamo dimenticarci di Roger [Federer]” ha aggiunto Rusedski.

Deve giocare come ha fatto l’anno scorso in Australia; questa è la superficie più rapida e lo favorisce. Se ci riuscirà, dovrà essere tenuto in considerazione per la vittoria del titolo”.

Il britannico ha infine parlato anche del connazionale Andy Murray e di due dei massimi esponenti della Next Gen: Alexander Zverev e Karen Khachanov. “[Murray] si merita tutto il tempo; ha avuto una carriera fantastica, e non importa ciò che farà da adesso.

Spero che sia sano, che è la cosa più importante per Andy nel 2019. Zverev è notevolmente cresciuto grazie alla collaborazione con Ivan Lendl. Il modo in cui ha giocato a Londra dimostra che è pronto a fare il definitivo salto di qualità.

D’altro canto, anche Karen Khachanov ha un enorme potenziale. Attualmente sta facendo un grandissimo lavoro con l’ex allenatore di Goran Ivanisevic, Vedran Martic. E ha dimostrato nel 2018 di poter battagliare con Novak Djokovic e Rafael Nadal”.