Goran Djokovic in esclusiva: "A Sofia Novak sarebbe il benvenuto"


by   |  LETTURE 1351
Goran Djokovic in esclusiva: "A Sofia Novak sarebbe il benvenuto"

Goran Djokovic è il nuovo direttore dell'ATP 250 di Sofia, che si svolgerà per il quarto anno di fila nel 2019 dal 4 al 10 febbraio. Lo zio del numero uno del mondo Novak sostituirà Paul McNamee alla guida del torneo e ha fatto intendere che il 14 volte campione Slam potrebbe giocare in Bulgaria nel caso in cui agli Australian Open, dove ha vinto sei titoli, dovesse essere eliminato prematuramente.

"Dipende tutto da lui e dal suo team - ha detto Goran -. Ha una programmazione molto serrata e terremo una wild card per lui fino all'ultimo minuto. Vediamo. Sarà difficile, ma sarebbe il benvenuto". Il numero uno di Bulgaria Grigor Dimitrov ha invece deciso di non iscriversi.

"A volte per motivi diversi succede che il giocatore principale della Nazione non si iscriva al torneo di casa, quando sono stato il direttore del torneo di Belgrado Novak Djokovic non ha giocato per due anni. Non è facile portare i top player, ma sono molto contento per l'entry list che vede al via in primis Khachanov e Tsitsipas senza dimenticare Wawrinka, che credo e spero giocherà il suo miglior tennis".

Abbiamo chiesto a Goran di parlare del ritorno al top del nipote Novak dopo momenti difficili, ma si è espressamente rifiutato di rispondere: l'ultima intervista sul campione di Belgrado risale a dopo la sconfitta contro Juan Martin del Potro alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. "Parlo solo del Sofia Open", ha chiosato Goran.