Djokovic: "La rivalità con Nadal è la più importante della mia carriera"


by   |  LETTURE 6090
Djokovic: "La rivalità con Nadal è la più importante della mia carriera"

Il giornalista Scoop Malinowski ha analizzato e raccolto nel libro "Facing Nadal" pensieri e parole. In un lavoro mastondontico dal punto di vista analitico - non dal punto di vista numerico - che compone un quadro estremamente chiaro e che risponde. "Cosa si prova ad affrontare Nadal?" è la domanda.

Se per Coria è un incubo ("Dal punto di vista mentale, è il più forte... Per distacco") per Stakhovsky la stragrande maggioranza delle volte si parte già battuti: "Si ferma solo quando ti ha distrutto". Il doppista Nestor ha invece spiegato come i colpi del maiorchino siano complicatissimi da gestire. Non una novità, ovviamente: "Ha anche un'ottima predisposizione per il doppio. E non lo penseresti, visto che raramente lo gioca. Fuori dal campo, poi, è un ragazzo eccezionale".

Non poteva mancare il parere di Djokovic - che ha peraltro vinto 27 dei 52 confronti diretti - diviso proprio tra il maiorchino e Federer: "Quella contro Nadal  è sicuramente la rivalità più importante della mia carriera" ha però spiegato.