Berrettini e la possibile sfida con Sinner: "È colpa mia, ma neanche lui sarà felice"

Il tennista romano ha raggiunto il secondo turno del torneo

by Redazione
SHARE
Berrettini e la possibile sfida con Sinner: "È colpa mia, ma neanche lui sarà felice"
© Thomas Niedermueller/Getty Images

Dopo mesi e una lunga attesa Matteo Berrettini è tornato a vincere un match nei tornei del Grande Slam. Una vittoria in quattro set contro un avversario non semplicissimo come l'ungherese Marton Fucsovics e ancora una volta un piccolo allarme dovuto a problemi fisici, che, hanno mandato in ansia tutti i fan dell'azzurro.

Dopo aver perso il terzo set Matteo ha richiesto un timeout medico e un massaggio alla schiena apparsa dolorante. Proprio quando tutti temevano il peggio Berrettini ha reagito, usando la testa proprio come ha più volte evidenziato.

Nel post partita l'ex numero 6 ha parlato ai microfoni di Sky Sport e non poteva mancare un accenno alla possibile super sfida contro Jannik Sinner, un derby che purtroppo potrebbe arrivare troppo presto (l'azzurro deve comunque battere il tedesco Hanfmann).

A riguardo Matteo ha sentenziato: "È colpa mia, o meglio degli infortuni che mi hanno fatto scendere e molto in classifica. Il tennis è così e il sorteggio è una cosa casuale, bisogna accettarlo.

Sapevo che sarebbe potuto succedere e non credo che neanche che lui sia felicissimo". Poi Matteo ha proseguito: "L'unico augurio che posso fare è che questa sia l'ultima volta che io e Jannik ci incontriamo in questo turno, e spero ci possiamo incontrare sempre più in là nei tornei del Grande Slam".

Poi riguardo al match tra Jannik e il tedesco Hanfmann Matteo spiega: "So bene il tabellone che mi aspetta e guarderò la sfida di Sinner, lui meglio di così non può fare ma avermi così vicino non credo gli faccia piacere".

Infine riguardo il fastidio fisico Matteo glissa: "Sono stato bravo a gestire un problema fisico e non tennistico, ho iniziato a sentire un problema alla schiena e mi sono spaventato, questa cosa mi ha fatto uscire dalla partita".

Insomma nulla di grave e Matteo ora attende il vincente tra Sinner e Hanfmann con un possibile derby italiano che fa sognare e allo stesso tempo da fastidio ai tifosi azzurri. Matteo è la seconda gioia di giornata nel maschile dopo la vittoria di Fabio Fognini mentre Matteo Arnaldi ha ceduto in cinque set all'americano Frances Tiafoe.

SHARE