Matteo Berrettini e il possibile derby con Sinner al 2º turno: le sue dichiarazioni

Il tennista italiano non vede l'ora di scendere in campo a Wimbledon

by Antonio Frappola
SHARE
Matteo Berrettini e il possibile derby con Sinner al 2º turno: le sue dichiarazioni
© Clive Brunskill/Getty Images

Il possibile derby al secondo turno di Wimbledon con Jannik Sinner non è nella mente di Matteo Berrettini... almeno per il momento. L'ex finalista dei Championships sa bene che è inutile proiettarsi a una partita che ancora non esiste e che il match contro Marton Fucsovics nasconde tante insidie.

L'ungherese è un giocatore molto pericoloso e sui prati dell'All England Club ha ottenuto il migliore risultato in carriera raggiungendo i quarti di finale nel 2021 e arrendendosi solo a Novak Djokovic. Berrettini non vede l'ora di scendere in campo in un torneo per lui speciale e cercherà di ripartire proprio dalle incredibili emozioni provate negli anni nello Slam londinese.

Berrettini: "Derby con Sinner? Sarebbe bellissimo, ma penso solo al primo match"

“È un posto che mi carica e mi rilassa. Ho una grandissima voglia di fare bene e di entrare in campo per dare il mio meglio. Allo stesso tempo, considerando i risultati degli scorsi anni e quanto mi piace giocare sull’erba, arrivo qui sempre con delle aspettative abbastanza alte su me stesso.

Cerco di trovare l’equilibrio tra divertimi, giocare, lottare e fare qualcosa che mi soddisfi" , ha dichiarato Berrettini in un'intervista rilasciata a Sky Sport. "Sto bene, ma è una macchina che ha bisogno di match, di continuità, di vincere e perdere partite, di giocare fondamentalmente.

Il livello si alza così, ed è quello che è successo negli ultimi tornei. Sono riuscito ad arrivare in fondo nonostante il poco tennis nelle mie gambe e nelle mie braccia. Non arrivo a Wimbledon con la fiducia di qualche anno fa.

Però il tennis è uno sport particolare e vedremo quello che accadrà in campo. Ho chiuso gli occhi, li ho riaperti e mi sono detto: 'È passato già un anno' . Ho vissuto un milione di cose: momenti belli e brutti.

È bello essere qui e mi sento veramente dentro il torneo: non succedeva da un po’ . Sul possibile derby con Sinner ha poi aggiunto: "Ovviamente ho visto il tabellone, ma so benissimo che quello con Marton è un match molto duro.

La mia testa pensa solo a questa partita. Se dovessimo incontrarci, sarebbe una giornata bellissima per tutti noi. Adesso penso a Fucsovics, poi vedremo” .

Matteo Berrettini Wimbledon
SHARE