Matteo Berrettini di nuovo in finale a Stoccarda: "Sono stati anni davvero difficili"

Il tennista azzurro è tornato alla grande dopo l'ennesimo infortunio

by Gianluca Ruffino
SHARE
Matteo Berrettini di nuovo in finale a Stoccarda: "Sono stati anni davvero difficili"
© Christian Kaspar-Bartke/Getty Images

L’erba di Stoccarda è diventata per Matteo Berrettini una sorta di giardino di casa. Il tennista azzurro si dimostra (quasi) imbattibile sul verde dell’Atp 250 tedesco e conquista il 13 successo in 14 partite al BOSS Open, impartendo una dura lezione al connazionale Lorenzo Musetti e guadagnandosi la finale.

Il derby azzurro finisce 6-4 6-0 per il tennista romano, con la partita che dura praticamente solo un set, prima del crollo del tennista carrarino. Ultimo ostacolo verso il terzo titolo in quattro partecipazioni, dopo i trionfi del 2019 e del 2022, sarà il britannico Jack Draper, che nell’altra semifinale si è imposto su Brando Nakashima.

Segnali più che confortanti per l’ex numero sei del mondo, che sta ritrovando la miglior condizione e che punta ad arrivare pronto a Wimbledon, dove ottenne la memorabile finale nel 2021. Al termine della partita con Musetti, il 28enne italiano ha espresso la propria soddisfazione, parlando poi della finale di domani contro il tennista inglese.

Le parole di Matteo Berrettini

The Hammer ha parlato delle difficoltà di affrontare un connazionale e amico come Musetti. "Vincere così velocemente è meglio per me, spreco meno energie. Non è mai facile sfidare un amico come Lorenzo, ci conosciamo molto bene e all'inizio c'era un po' di tensione, ma poi sono stato bravo a tenere i nervi saldi” ha commentato Berrettini.

L’azzurro ha poi ringraziato il pubblico tedesco per il sostegno ricevuto. “Il pubblico è incredibile, mi hanno supportato sin dalla prima volta che ho partecipato qui nel 2019. Sembra che dica sempre le stesse cose, ma sono stati degli anni davvero difficili con i tanti infortuni avuti e le cose che sono successe, quindi non do nulla per scontato”.

Il tennista romano ha infine concluso riflettendo sulla finale di domani. “Contro Draper non ho mai giocato, non ci siamo mai neanche allenati insieme, so però che è un grande giocatore su erba e sta servendo davvero bene questa settimana".

Matteo Berrettini
SHARE