Matteo Berrettini scherza sul motivo della sua bellezza: le parole

Il tennista romano si racconta ai microfoni di Esquire

by Redazione
SHARE
Matteo Berrettini scherza sul motivo della sua bellezza: le parole
© Julian Finney/Getty Images

La crescita del tennis italiano negli ultimi anni è stata a dir poco impressionante. Grandi numeri per il tennis, diventato ormai a furor di popolo, lo sport più seguito in Italia dopo il calcio. Naturalmente il merito è del neo numero uno al mondo Jannik Sinner, protagonista negli ultimi tempi di una grande ascesa e protagonista di grandi vittorie come quella della Coppa Davis e degli Australian Open, con questi ultimi che hanno sicuramente aiutato a raggiungere questo risultato.

Insomma quando parliamo di tennis italiano non possiamo non fare riferimento a Sinner ma non bisogna dimenticare che uno dei principali fautori di questo gran periodo tennistico per la nostra nazione è Matteo Berrettini.

Il tennista romano è stato per diverso tempo in Top Ten, nel 2021 è diventato il primo tennista a raggiungere la finale a Wimbledon e ha ottenuto tanti grandi risultati, soprattutto giocando sull'erba. Questa settimana, dopo mesi di assenza dal circuito, è tornato in campo sull'erba ed è tornato a vincere dei match.

Allo stesso tempo Matteo ha parlato ai microfoni del portale estero Esquire ed ha svelato il motivo per il quale è considerato un bel ragazzo. L'atleta è indiscutibilmente seguito anche dal pubblico femminile per un certo fascino e l'azzurro ha scherzato spiegando che è tutto legato alla madre e alla famiglia di sua madre: "Perché Matteo Berrettini è così bello? Beh, penso che ci siano dei buoni geni brasiliani in me (riferimento a famiglia madre), poi sono anche italiano e diciamo che io non ho fatto niente, è un regalo che mi ha fatto la mia famiglia.

È imbarazzante parlarne", la chiosa finale con Matteo che prosegue: "Sono una delle persone più disordinate del pianeta e fatico a portare un oggetto sempre con me. L'unica cosa che ho sempre qui è la collana, me l'ha regalata mia madre e la metto sempre. Quando scendi in campo la tiro fuori e la metto sempre, è una sorta di mio rituale".

Matteo Berrettini
SHARE