Pietrangeli su Matteo Berrettini: "Due anni fa mi rivelò che voleva smettere"

Importanti dichiarazioni da parte dell'ex tennista

by RedazioneMia
SHARE
Pietrangeli su Matteo Berrettini: "Due anni fa mi rivelò che voleva smettere"
© Kelly Defina/Getty Images

Gli ultimi giorni non sono stati semplici per Matteo Berrettini. L'azzurro è uscito al primo turno del Miami Open contro Andy Murray e oltre alla sconfitta ha fatto notizia il suo malore durante il match. Una situazione particolare con Matteo quasi svenuto e in tanti si sono chiesti il motivo di tutto ciò.

Con un video sul proprio account Instagram Berrettini ha fatto chiarezza spiegando di aver avuto un virus intestinale ma di stare ora meglio. Nelle ultime ore è intervenuto sulla vicenda anche l'ex tennista Nicola Pietrangeli, leggenda del nostro tennis che ne ha discusso ai microfoni di Mowmag, Pietrangeli ha spiegato: "Lui dice che faceva molto caldo e che il clima era umido ma la verità la conosce solo lui.

Attacchi di panico? Panico no ma sicuramente direi un po' di ansia e preoccupazione. Come l'ho visto? Lui è un bravissimo ragazzo ma ha un problema nelle gambe e due anni fa mi aveva detto che voleva smettere. Ma questi ragazzi sono così fortunati che neanche se ne rendono conto, sono ricchi e famosi, che cosa vogliono di più? In giro c'è gente che muore di fame anche se il mio non è un attacco a Berrettini.

Murray è un ottimo giocatore ancora, non farei comunque un dramma per la sconfitta. Perché voleva smettere? Questo dovete chiederlo a lui, io l'ho solo lasciato parlare ma il fatto che abbia lasciato Santopadre mi fa capire che c'è qualcosa che non va.

Il fatto che giocasse male perché aveva una bellissima ragazza accanto come Melissa Satta non voleva dire niente, tutti i tennisti hanno accanto delle belle donne e non vuol dire che devi giocare per forza male a tennis".

Infine riguardo il punto debole di Berrettini Nicola ha spiegato: "Beh lui ha delle gambe deboli per il suo fisico, alla fine sembra sempre che io voglia criticare ma questa non è una critica. È un dato di fatto, le gambe per il tennis sono tutto e se non sei ben piantato a terra con le gambe e devi parare il colpo".

Matteo Berrettini
SHARE