Matteo Berrettini choc: "Ho pensato di smettere. Vedevo tutto buio"



by LUCA FERRANTE

Matteo Berrettini choc: "Ho pensato di smettere. Vedevo tutto buio"
© Patrick Smith/Getty Images

Non sono assolutamente momenti semplici per Matteo Berrettini. Il tennista italiano ha trascorso quasi una stagione intera fermo ai box per una serie di infortuni, che gli hanno impedito di giocare i grandi tornei e combattere coi migliori atleti al mondo.

Nonostante una condizione fisica non ancora al top, l'azzurro non ci ha pensato due volte e ha raggiunto i suoi compagni di squadra alle fasi finali di Coppa Davis: si allenerà con loro - come annunciato dal capitano Filippo Volandri - e darà un importante sostegno morale a tutti, anche durante il match di giovedì contro l'Olanda.

Berrettini, rivelazione choc

Mercoledì pomeriggio 'The Hammer', che recentemente ha annunciato la separazione storica con coach Vincenzo Santopadre, ha tenuto una conferenza stampa nella quale ha raccontato le difficoltà dell'ultimo periodo.

Le rivelazioni hanno sorpreso e non poco gli appassionati e i tifosi: "Ho pensato seriamente di smettere una volta, vedevo tutto buio. Il mio pensiero era: 'Ricomincio mi faccio il c*** per tornare e poi succederà qualcos'altro'.

Mi sono detto: 'Non posso continuare a fare su e giù su e giù così, veramente poi diventa un'agonia e non voglio che lo diventi per me nonostante ami questo sport' Facciamo uno sport che non ci permette di prenderci del tempo quando ne abbiamo bisogno perché hai sempre la sensazione di rincorrere, sempre la sensazione che gli altri stanno giocando e ti superano.

E tu sei fermo ai box, perdi punti e ritmo e quindi torni prima di quello che dovresti" ha affermato. "Per fortuna ci sono un sacco di persone che mi vogliono bene e hanno provato in tutti i modi a farmi stare meglio. Poi io sono uno che crede molto nello stare nel buio e quindi c'erano dei giorni che non riuscivo ad alzarmi.

Anche se dovevo fare fisioterapia, mi pesava alzarmi dal letto e andare a fare fisioterapia. E quindi mi sono detto: 'Sai che c'è? Va bene non avere voglia di fare niente. L'importante è capire un pochino il perché e poi cercare di trovare qualcosa che che ti faccia alzare subito dal letto'

Mi sono chiesto che cosa posso fare ancora, mi sono accorto che non è una questione di ranking. Non è una questione di soldi. È una sfida vera e propria con me stesso" ha svelato, proseguendo. "La gente dimentica in fretta.

Io non dimentico quello che ho fatto. Citando Vincenzo quando ci siamo parlati per l'ultima volta prima di smettere di lavorare insieme. Mi ha detto: 'Tu non hai mai saltato una sessione di allenamento. Non hai mai saltato un colpo. Non hai mai staccato la testa da quello che stavi facendo. Io questo lo so'" ha concluso Berrettini.

Matteo Berrettini