Wimbledon - Berrettini si lamenta e inveisce con l'arbitro: "Se cado ti faccio causa"

Il derby azzurro con Sonego è infinito. I due proveranno giovedì a terminare il loro match di primo turno

by Luca Ferrante
SHARE
Wimbledon - Berrettini si lamenta e inveisce con l'arbitro: "Se cado ti faccio causa"

Matteo Berrettini non si è di certo trattenuto per lamentarsi delle condizioni non perfette dell'erba sul campo 12, a causa soprattutto della pioggia e della tantissima umidità. Tutto è accaduto nel corso del derby azzurro contro Lorenzo Sonego e la situazione ha creato non poca tensione tra i giocatori e il giudice di sedia, oltre agli stessi organizzatori che hanno provato in tutti i modi a far proseguire l'incontro.

Dopo aver disputato il primo set martedì (vinto dal torinese), i due sono scesi in campo nella giornata di mercoledì dopo il maltempo e hanno giocato altri due parziali, conquistati dal romano. Entrambi hanno poi cominciato a manifestare la voglia di fermarsi perché il terreno era diventato parecchio scivoloso.

Il quarto set della sfida è comunque iniziato e 'The Hammer', non contento, ha protestato contro l'arbitro: "Se cado e mi faccio male... ti faccio causa! ". Poco dopo Sonego è stato protagonista di una caduta, che ha convinto a un sopralluogo più approfondito del campo.

A quel punto il 27enne ha aggiunto, quasi sorridendo: "State aspettando che ci facciamo male?".

Alla fine la tanto sperata e attesa sospensione è arrivata. Sonego e Berrettini scenderanno in campo l'uno contro l'altro a Wimbledon per il terzo giorno consecutivo per provare a terminare una sfida 'infinita'

Fa strano che nello Slam londinese ci siano tennisti già certi di essere al terzo turno (Novak Djokovic e Jannik Sinner per esempio) e altri che non hanno neppure completato o giocato la gara di debutto (Sascha Zverev e il suo avversario Gijs Brouwer non sono riusciti a entrare in campo né martedì né mercoledì). Giovedì si spera possa essere la giornata decisiva per chiudere tutti gli accoppiamenti di primo turno.

Wimbledon
SHARE