Berrettini: "Siamo un grande gruppo. Non ero felice dopo la sconfitta con Tsitsipas"



by   |  LETTURE 1811

Berrettini: "Siamo un grande gruppo. Non ero felice dopo la sconfitta con Tsitsipas"

L’Italia ha conquistato la sedicesima finale nella storia di una grande competizione a squadre battendo 4-1 la Grecia. Il successo di Martina Trevisan contro Maria Sakkari ha decisamente spostato gli equilibri di una sfida che alla vigilia sembrava più indirizzata verso Stefanos Tsitsipas & Co.

Il numero uno greco ha dovuto giocare il suo miglior tennis per battere un Matteo Berrettini in grande spolvero in tre set e accorciare le distanze. A chiudere i conti, però, ci ha pensato Lucia Bronzetti. La giocatrice azzurra ha superato con un netto 6-2, 6-3 Valentini Grammatikopoulou e portata a casa il punto decisivo.

Andrea Vavassori e Camilla Rosatello hanno poi posto fine alla giornata perfetta vincendo il proprio match di doppio misto al super tie-break.

Berrettini: "Giocheremo la finale perchè siamo un grande gruppo"

“È stato un grande match, giocato in una fantastica atmosfera.

Sapevamo che in Australia ci fosse una grande comunità greca. Lo abbiamo sentito già ieri, quando ha giocato la loro numero uno. È stato bello. Dopo aver giocato senza pubblico a causa del Covid-19, è bellissimo competere con questo pubblico” , ha dichiarato Berrettini in conferenza stampa.

“Ovviamente non ero felice al termine del mio match, ma la cosa bella di questa competizione è che anche se perdi puoi ancora vincere la sfida. Grazie a Lucia e agli altri compagni di squadra. Sono felice che avremo la possibilità di giocare la finale domani” .

Il tennista romano ha poi parlato dell’importanza delle grandi prestazioni del passato in Fed Cup con giocatrici del calibro di Francesca Schiavone, Flavia Pennetta, Roberta Vinci e Sara Errani. “Loro sono una grande ispirazione per tutti noi, soprattutto per le ragazze.

Penso sia incredibile quello che hanno fatto: hanno raggiunto tutte la top 10. Hanno vinto moltissimo. Penso che quando sei chiamato a giocare una competizione a squadre, sia fondamentale creare un gruppo anche fuori dal campo.

Questo ti permette di competere meglio. Questo è quello che abbiamo fatto dal primo momento. Abbiamo subito creato un gruppo whatsapp e iniziato a parlare del giorno in cui saremmo arrivati in Australia o del modo in cui avremmo celebrato Natale.

Abbiamo iniziato a uscire insieme e creare un legame davvero importante. Credo in queste cose. Credo che abbiamo raggiunto la finale perché siamo un gruppo forte” . La parola è poi passata alla Bronzetti, autrice di un’ottima prestazione.

“Non è stato facile, perché si trattava di un punto veramente importante. Ho sentito la pressione perché dovevo vincere. Ora, però, sono davvero felice” , ha spiegato l’azzurra. “Ho visto la Grammatikopoulou scaldarsi in palestra e ho capito che avrebbe giocato lei.

Ho perso contro di lei due volte in passato, ma l’ultima volta in Italia ero riuscita a batterla. Sapevo sarebbe stato un match duro. Sono orgogliosa di me stessa, penso di aver mostrato un’ottima attitudine in campo” . Photo Credit: Getty Images