Bertolucci su Berrettini: "Wimbledon? Si sarebbe dovuto chiudere in una teca"



by   |  LETTURE 3200

Bertolucci su Berrettini: "Wimbledon? Si sarebbe dovuto chiudere in una teca"

“Ho il cuore spezzato nell'annunciare che devo ritirarmi da Wimbledon dopo essere risultato positivo al Covid-19. Ho avuto dei sintomi influenzali negli ultimi giorni e mi sono isolato. Nonostante i sintomi non fossero gravi, ho deciso comunque di effettuare un test questa mattina, per proteggere i miei avversari e tutti coloro che sono coinvolti nel torneo.

Non ho parole per descrivere le sensazioni negative in questo momento. Il sogno è finito per quest'anno, ma tornerò più forte di prima. Grazie per il supporto" . Lo scorso 28 giugno, Matteo Berrettini ha annunciato che non avrebbe perso parte alla 135ª edizione dei Championships a causa della positività al Covid-19.

Una delle notizie più tristi per gli appassionati di tennis italiani. Il romano, reduce dai successi ottenuti ai tornei di Stoccarda e del Queen’s, avrebbe avuto sicuramente l’opportunità di vincere il torneo o quanto meno di conquistare per il secondo anno di fila la finale.

Bertolucci e il forfait di Berrettini a Wimbledon 2022

Paolo Bertolucci, ex tennista italiano e attuale commentatore a Sky Sport, ha parlato proprio della vicenda che ha costretto Berrettini a ritirarsi da Wimbledon in un’intervista esclusiva rilasciata a Tuttosport.

“La riscoperta di una seria programmazione può essere un sicuro riparo ai ripetuti guasti fisici . A Berrettini dico solo una cosa. Vinti i tornei di Stoccarda e Queen’s , di fronte all’opportunità che si presentava di fare bene anche a Wimbledon, lui si sarebbe dovuto chiudere in una teca e stare lontano da tutti" , ha spiegato Bertolucci.

"Al di là di tutto, non è stato un anno fortunato per Matteo e Jannik. Ma sono convinto che le risorse ci siano e che Matteo e Jannik possano riprendere presto il loro posto. Anzi, di più… Perché Berrettini e Sinner, aspettando Musetti hanno caratteristiche tali da potersi imporre come tennisti dominanti sulle superfici su cui si esprimono al meglio, vale a dire il cemento per Jannik e l’erba per Matteo" .

Berrettini ha deciso di iniziare la stagione alla United Cup; mentre Sinner ha scelto di ripartire dal torneo ATP 250 di Adelaide 1. Photo Credit: Getty Images