Bertolucci su Berrettini: "I suoi guai fisici derivano anche dal modo di giocare"



by   |  LETTURE 3206

Bertolucci su Berrettini: "I suoi guai fisici derivano anche dal modo di giocare"

“Congratulazioni al mio grande amico Lorenzo Musetti per il titolo conquistato a Napoli. E grazie a tutti i fan per l’incredibile supportato che mi hanno offerto durante tutta la settimana. A seguito di molteplici valutazioni al piede sinistro effettuate da medici esperti, sono stato informato che non potrò competere al torneo di Vienna.

Farò il possibile per giocare a Parigi. Grazie per tutti i messaggi di affetto” . Matteo Berrettini è stato costretto a ritirarsi dall’Erste Bank Open a causa dell’ennesimo infortunio stagionale.

Questa volta, a fermare il romano è stato un problema al piede sinistro. Un problema che ha condizionato il suo cammino alla Tennis Napoli Cup a partire dalla semifinale con Mackenzie McDonald. Berrettini è riuscito a completare un’importante rimonta contro l’americano, ma ha poi ceduto in due set a Musetti nell’ultimo atto dell’evento campano.

Bertolucci: "Berrettini? I guai fisici derivano dal modo di giocare"

Paolo Bertolucci ha analizzato il tennis del giocatore italiano e cercato di trovare le cause dei numerosi infortuni. "Deve fermarsi per un periodo.

Le Finals sono una chimera. E di approfittarne per fare un check up completo e approfondito affidandosi a una struttura medica specialistica che possa individuare tutti i punti deboli del suo fisico e porvi rimedio" , ha scritto Bertolucci sulle colonne del quotidiano La Repubblica.

"E, ancora, di selezionare con cura i tornei a cui partecipare e di presentarsi sempre al top della condizione. Temo che non possa reggere un altro anno travagliato. I suoi guai fisici, forse, derivano anche dal modo di giocare: violento e a strappi, poco armonico.

Ma il tennis di oggi è così“ . Bertolucci si è infine soffermato su Musetti. "Sta percorrendo la strada giusta ma non bisogna avere fretta. Sin dove può arrivare dipende da che rabbia ha dentro, se si farà distrarre da altre cose, se si accontenta o vuole il massimo e se il fisico regge.

Ha 20 anni, è troppo presto per dare un giudizio definitivo, ma Lorenzo ha davvero delle potenzialità altissime" . Photo Credit: Imago