Vita privata, passioni e infanzia: Matteo Berrettini si racconta



by   |  LETTURE 2053

Vita privata, passioni e infanzia: Matteo Berrettini si racconta

Orgoglio e determinazione in campo, il fascino e il sorriso 'lontano' dalla superficie di gioco. Così Matteo Berrettini ha conquistato l'Italia nel corso degli ultimi anni, portando la sua carriera a livelli davvero molto alti (che spera di migliorare ulteriormente).

Il 26enne romano è uno dei principali tennisti a cui sono riposte le maggiori responsabilità di portare a casa risultati soddisfacenti nei tornei prestigiosi, fra cui i Grandi Slam. Dal 2019 l'azzurro ha avuto un'evoluzione incredibile del suo gioco e della mentalità, entrando stabilmente in top 10 e uscendo soltanto per via di gravi infortuni.

Nel 2021 l'indimenticabile finale a Wimbledon raggiunta, col trionfo solo assaportato al termine del primo set contro Novak Djokovic. In un'intervista rilasciata a Sportweek (settimanale della Gazzetta dello Sport), 'The Hammer' si è raccontato a 360°: "Da ragazzo non mi piacevo tantissimo.

Di sicuro non avevo la self confidence che ho adesso. Guardo le mie vecchie foto e penso quanto ero brutto. A 16-17 anni ero secco, alto, senza un pelo... fa un po’ impressione osservarmi" ha dichiarato, svelando alcuni particolari e curiosi dettagli.

Le curiosità su Matteo

Poi ha proseguito, parlando del piccolo Berrettini: "In classe ero tra quelli che facevano più confusione. Mi divertivo parecchio e mi è dispiaciuto aver fatto gli ultimi due anni di liceo scientifico da privatista, i miei compagni mi sono mancati.

Sono profondamente legato a chi pensa a me come Matteo e non come Berrettini il tennista, chi mi vede come il ragazzo che sono e non soltanto come una macchina sparapalle. Gli amici veri sono pochi. Quello che faccio è colpire una pallina, non salvo vite" ha aggiunto.

Sulla vita quotidiana: "La tv non la guardo, sull’iPad vedo serie e film. In questo momento sto cercando di usare i social il meno possibile, mi sono accorto che mi portano via un sacco di tempo e di energie. Musica? Soprattutto rap, ma la musica è in assoluto una parte importante della mia vita, come compagnia, come stimoli e per le storie che ci sono dietro. Le cuffie sono sempre con me" ha rivelato. Photo credit: Instagram Matteo Berrettini.