Matteo Berrettini, la delusione dopo la finale persa contro Musetti: "Ci ho provato"



by   |  LETTURE 3724

Matteo Berrettini, la delusione dopo la finale persa contro Musetti: "Ci ho provato"

La gioia di Lorenzo Musetti e la delusione di Matteo Berrettini. Questi sono stati i due volti che si sono manifestati durante la finale del torneo di Napoli: un derby tutto azzurro ha incoronato il primo vincitore di una manifestazione che ha visto la luce (non senza problemi) questa stagione per la prima volta.

Nell’ultimo atto, a trionfare è proprio il giovane toscano in due set, contro un romano in chiara difficoltà per tutto il match, causa le vesciche che hanno dato fastidio già nel match di semifinale.

Due set difficili per il numero due d’Italia, che non è riuscito ad imporsi nel tiebreak del primo set e non è riuscito a cambiare marcia nel secondo parziale, dove ha perso il servizio al primo game.

“Ci sarebbe tanto da dire, ma alla fine riassumo con i complimenti a Lorenzo per la carriera e la stagione che sta facendo. – ha detto durante la cerimonia di premiazione, elogiando il suo rivale e collega - Alla sua età giocavo i Challenger.

Complimenti a lui, al team e alla famiglia. Per fortuna ce l'ho come compagno di squadra e questa credo sia una buona notizia. È stata, quasi fino alla fine, una bellissima partita, ho provato a regalarvi tutto, ci ho provato fino alla fine.

Grazie per il supporto"

Il calore di Napoli

Matteo Berrettini, entrato nel torneo di Napoli grazie a una wild card, dopo la sconfitta al match d’esordio al Firenze Open, in occasione della premiazione, ha voluto ringraziare anche il torneo e la città per la settimana che ha vissuto, nonostante i problemi che sono stati ostativi nella prima parte: “Mi porto via l'ospitalità, la passione di Napoli per questo sport, il calore che mi ha regalato questa città che non si trova in nessun'altra parte del mondo.

Ovviamente un grazie alla mia famiglia, al mio team, ai miei zii e ai miei nonni napoletani. Uno speciale ringraziamento e grazie a voi perché nonostante i problemi del torneo abbiamo riempito tutto lo stadio”. Photo credits: @federtennis (Instagram)