Berrettini, rimpianti e ombre sul futuro dopo il ko a Firenze. "Difficile fare piani"

Matteo Berrettini analizza in conferenza stampa la sconfitta contro Carballes Baena. Le parole del tennista azzurro, che al momento non ha piani per le prossime settimane

by Perri Giorgio
SHARE
Berrettini, rimpianti e ombre sul futuro dopo il ko a Firenze. "Difficile fare piani"

Una sconfitta difficile da digerire. Soprattutto per quello che può precludere. In una cornice dalle mille sfaccettature come quella di Firenze ed evidentemente anche nella già difficilissima rincorsa alle Finals di Torino dopo lo stop di una manciata di settimane intervallato solo dall'appntamento in Laver Cup.

Un Matteo Berrettini piuttosto sconsolato ha parlato in conferenza stampa della partita da quasi tre ore e trenta con Carballes Baena. Partita che non è riuscito a chiudere con un set e un break da gestire e nemmeno con un vantaggio di 5-2 a disposizione nel deciding set.

E si rimprovera soprattutto il mancato allungo sul 2-1 nel secondo. "Se sul 2-1 avessi tenuto il servizio, poi saremmo andati a giocare con palle nuove, la partita avrebbe potuto andare più liscia. Invece mi sono ritrovato sotto 4-2, ho dovuto scavare di nuovo.

Nonostante tutte le difficoltà, mi sono rimesso sotto. Perso il secondo set, sono andato un break sopra nel terzo. Non ho giocato nemmeno un brutto game quando ho servito per il match sul 5-3, lì è stato bravo lui a rispondere.

Mi sono sentito tante volte vicino alla vittoria. Peccato, ci tenevo a fare bene qui a Firenze" ha spiegato.

La serata 'stregata' di Berrettini. "Difficile fare piani adesso"

Berrettini l'ha definitita "una serata complicata da digerire.

Una partita un po' stregata" senza mezzi termini. Ma non ha ovviamente evitato la logica e legittima autocritica.
Il tennista azzurro ha ovviamente evitato di dare troppe spiegazioni su quelle che saranno le prossime volte.

Soprattutto adesso che l'obiettivo Finals sembra definitivamente sfumato. "Non so quali saranno i prossimi programmi, per ora sicuramente ho quello di non giocare Napoli, non so neanche se ci sia una wild card. La sconfitta è ancora dura da accettare, quindi è difficile parlarne adesso.

Devo dormirci sopra, domattina ci riuniremo con il team per decidere cosa è meglio fare, se allenarci, quali tornei giocare. Al momento è difficile fare piani" ha concluso. Photo Credit: Getty Images

Matteo Berrettini
SHARE