Matteo Berrettini, prosegue una pessima statistica nei tornei Slam

Il 26enne romano ha ottenuto un bel risultato agli Us Open ma non si è tolto una grande soddisfazione

by Luca Ferrante
SHARE
Matteo Berrettini, prosegue una pessima statistica nei tornei Slam

Matteo Berrettini ha sempre faticato in questa nuova edizione degli Us Open, torneo del Grande Slam che lo ha reso celebre nel 2019 con la semifinale che ha ottenuto. Dopo un facile debutto, l'azzurro ha trovato tanti difficili ostacoli sul suo cammino, ai quali si è aggiunta la problematica fisica che non gli ha dato respiro.

L'ottima risposta, specialmente mentale, con l'ex numero uno del mondo Andy Murray non ha fatto superare il momento complicato e la partita (poi vinta al quinto set) contro lo spagnolo Davidovich Fokina è stato un grande campanello d'allarme.

Nei quarti di finale con un solidissimo norvegese Casper Ruud, il 26enne romano non è riuscito ad alzare il proprio livello di tennis ed è incappato in una sconfitta in tre parziali. Dopo l'infortunio durante la parte di stagione 2022 su terra rossa, l'azzurro non è ancora uscito da una spirale negativa dal punto di vista fisico, che ha avuto il suo apice a Wimbledon con la positività al Covid-19 prima dell'esordio.

Nei tornei di preparazione sul cemento americano l'azzurro non è stato in grado di brillare, conquistando comunque un risultato di rilievo a Flushing Meadows.

Resta un grande tabù

Seppur abbia ottenuto traguardi incredibili negli Slam, Berrettini non è mai riuscito a battere un top ten durante queste importanti competizioni, compreso nella splendida avventura a Wimbledon.

Sei delle otto sconfitte in totale maturate sono contro un membro dei Big Three: una sola contro Roger Federer sull'erba londinese; due contro Rafael Nadal; con Novak Djokovic tre battute d'arresto consecutive nel 2021, dal Roland Garros agli Us Open.

Ora Ruud si è aggiunto anche a Dominic Thiem, abile a battere l'azzurro nell'Open di Francia del 2018. Ai danni dell'austriaco, nei turni di qualificazione dell'Atp Cup a gennaio del 2021, è anche l'ultima affermazione di 'The Hammer' contro un tennista della top ten: Matteo ha infatti accumulato ben undici stop di fila nel circuito Atp in queste ultime due annate.

Un tabù e un trend negativi che non hanno avuto la loro fine agli Us Open.

Matteo Berrettini Us Open
SHARE