La storia e non solo: Matteo Berrettini, sfatare un tabù per inseguire Torino



by MARTINA SESSA

La storia e non solo: Matteo Berrettini, sfatare un tabù per inseguire Torino

Matteo Berrettini ha un rapporto speciale con i tornei degli Slam. L’azzurro, che tenta la scalata in un ranking che l’ha visto sprofondare dopo Wimbledon, è approdato ai quarti di finale anche agli Us Open: è la quinta volta consecutiva che raggiunge tale turno in un torneo dello Slam.

A partire dal Roland Garros del 2021, sono seguite cinque partecipazioni, con esclusione dell’Open di Francia e Wimbledon di questo anno, cui l’azzurro non ha potuto partecipare per motivi diversi [a Parigi il recupero dall’operazione, a Londra per la positività al Covid, ndr].

Il ritorno ai quarti di finale per il finalista di Wimbledon dello scorso anno, però, ha un significato più profondo dell’obiettivo semifinale a New York. Matteo Berrettini, infatti, può giocarsi tanto con la vittoria contro Casper Ruud: dal ritorno a Torino, che scaccerebbe vecchi e tristi ricordi, al tabù sugli Slam.

Gli obiettivi a Flushing Meadows

Il numero due azzurro ha la possibilità di centrare grandi obiettivi a New York nel match contro Casper Ruud. Il primo riguarda la Race per le Atp Finals: in una situazione difficile in ottica Torino, la vittoria contro il norvegese gli permetterebbe di scalare la classifica, diventando nono.

Un balzo grazie a cui scavalcherebbe diversi giocatori: da Taylor Fritz a Cameron Norrie, passando per Hubert Hurkacz a Pablo Carreno Busta. Non solo traguardi, ma c’è anche la possibilità di sfatare un tabù importante: Berrettini non ha mai vinto contro un Top Ten in un torneo dello Slam.

Delle sette sconfitte, sei sono state contro i Big Three: una sola contro Federer, a Wimbledon, due contro Nadal; contro Novak Djokovic, sono tre e sono tutte risalenti al 2021, da Roland Garros a Us Open, passando per la finale di Wimbledon.

L’unico membro estraneo ai Big 3 a vincere contro Berrettini è stato Dominic Thiem, nell’Open di Francia del 2018: era il terzo turno e un solo set vinto dall’azzurro contro l’austriaco, che si è imposto nel match.

Matteo Berrettini Us Open Casper Ruud