Matteo Berrettini è carico per Cincinnati: cammino non impossibile per l'azzurro

Da Tsitsipas a Medvedev, ecco i possibili avversari del tennista romano

by Mario Tramo
SHARE
Matteo Berrettini è carico per Cincinnati: cammino non impossibile per l'azzurro

Non è un periodo facile per Matteo Berrettini. L'atleta romano aveva grandi ambizioni per la stagione sull'erba e dopo aver vinto Stoccarda e il Queen's era uno dei grandi favoriti per la vittoria finale di Wimbledon.

Il tennista romano ha dovuto però fare i conti con la positività al Covid-19, situazione che lo ha costretto a rinunciare così al torneo. Complice anche l'assenza di punti a Wimbledon (dove avrebbe comunque perso i punti della finale dello scorso anno) Matteo è uscito dalla Top Ten e si è allontanato dalle posizioni primarie del circuito.

Nell'ultima settimana è crollato subito, sconfitto a Montreal dall'ammazza italiani Pablo Carreno Busta, tennista che ancora ora è in corsa nel torneo e che ha battuto anche l'altro nostro connazionale Jannik Sinner.

Il cammino di Matteo Berrettini al torneo di Cincinnati

Matteo Berrettini parte nel torneo di Cincinnati come testa di serie numero 12 e il suo cammino non è impossibile. Va sottolineato infatti che Berrettini eviterà almeno fino alle semifinali Medvedev, Nadal ed Alcaraz (questi ultimi due potrà affrontarli solo in finale) ed il calendario non è impossibile.

Al primo turno Matteo dovrà sfidare in un match abbastanza insidioso l'idolo di casa Frances Tiafoe, un avversario ostico soprattutto quando riesce ad esaltarsi con l'aiuto del pubblico. Successivamente Matteo potrebbe affrontare uno tra Karen Khachanov e la wild card Sebastian Korda, due tennisti ostici ma anche abbastanza discontinui.

Agli Ottavi di finale per Berrettini c'è il polacco Hubert Hurkacz, tennista che sta facendo molto bene a Montreal e che potrebbe arrivare però stanco al prossimo impegno nord americano. In caso di forfait o sconfitta di Hubert attenzione al bombardiere americano John Isner, sempre duro da affrontare su questi campi.

Eventualmente Matteo potrebbe affrontare ai Quarti il greco Stefanos Tsitsipas, un tennista che non si è mai trovato particolarmente a suo agio in questo periodo dell'anno e che è forse il 'meno peggio' tra le principali teste di serie del torneo.

In semifinale Berrettini dovrà stare attento ai russi e sul suo cammino c'è il russo Daniil Medvedev, favorito nel suo lato di tabellone rispetto al connazionale Andrey Rublev. Matteo potrebbe invece affrontare solo in finale Rafa Nadal, Carlos Alcaraz e perché no, quel Jannik Sinner che ci permetterebbe in questo caso di assistere ad una finale azzurra da sogno.

Photo Credit: Afp

Matteo Berrettini
SHARE