Matteo Berrettini, dopo la sconfitta di Gstaad arriva un'altra brutta notizia



by   |  LETTURE 54879

Matteo Berrettini, dopo la sconfitta di Gstaad arriva un'altra brutta notizia

Una decisione che potrebbe aver sorpreso più di qualcuno. Matteo Berrettini ha scelto la strada della precauzione dopo la sconfitta in finale a Gstaad (Svizzera) e ha ufficializzato il suo forfait dal torneo di Kitzbuhel in Austria.

Il tennista azzurro così optato di avere una settimana in più di pausa dalle gare agonistiche per preparare il fisico nel migliore dei modi alla tournée americana: presto il 26enne romano partirà per gli Stati Uniti con l'obiettivo di ottenere traguardi importanti nei Master 1000 di Montreal e Cincinnati e naturalmente agli Us Open, ultimo Grande Slam della stagione 2022.

"Non ero sicuro neppure di giocare questo torneo e vedermi col trofeo della finale è qualcosa di incredibile" sono state le parole dell'italiano durante la premiazione, forse un po' a preannunciare quel ritiro dalla manifestazione di questa settimana.

L'America sarà praticamente decisiva per le speranze di 'The Hammer' di concorrere per le Nitto Atp Finals: attualmente è 12esimo della classifica Race e dovrà risalire almeno cinque posizioni e le occasioni per farlo non mancano.

Insieme all'atleta di coach Vincenzo Santopadre, anche il vincitore norvegese Casper Ruud ha deciso di non disputare il nuovo Atp 250.

Il nuovo main draw

È stato completamente rivoluzionato il tabellone principale dell'Atp 250 di Kitzbuhel, dato che i due ritiri sono stati ufficializzati dopo il sorteggio.

Ci sono state delle modifiche alle teste di serie della competizione: in alto è finito lo spagnolo Albert Ramos-Vinolas, che potrebbe affrontare in semifinale il connazionale Roberto Bautista-Agut, mentre in basso è terminato col numero sei l'olandese Tallos Griekspooor (seguendo i vari incroci avrebbe come rivale il russo Aslan Karatsev).

Grazie ai forfait l'italiano Lorenzo Sonego è diventato la nona testa di serie dell'evento austriaco e al debutto se la dovrà vedere con l'iberico Pablo Andujar. Un torneo che ha perso i due principali alla vittoria finale, perdendo un po' di interesse rispetto a Umago, che ha ai nastri di partenza il 19enne Carlos Alcaraz e il 20enne azzurro Jannik Sinner.