"È proprio curioso": le parole di Matteo Berrettini dopo la semifinale a Gstaad



by   |  LETTURE 4670

"È proprio curioso": le parole di Matteo Berrettini dopo la semifinale a Gstaad

Matteo Berrettini non sbaglia un colpo e con la dodicesima vittoria consecutiva nel circuito Atp (dal primo turno di Stoccarda, che corrisponde anche al suo rientro in campo, alla semifinale di Gstaad) si è assicurato di giocare l'atto conclusivo del torneo svizzero, battendo un Dominic Thiem che ha provato a contrastarlo in qualche modo solo nella fase finale del secondo set.

L'azzurro è stato solidissimo alla battuta e soprattutto in risposta, non dando praticamente chances al'austriaco neppure nei lunghi scambi. Ora 'The Hammer', che ha migliorato nettamente il suo rendimento rispetto alla dura sfida dei quarti con lo spagnolo Martinez, attende il vincente dell'altra gara fra il norvegese Casper Ruud e l'iberico Albert Ramos Vinolas.

Le sue parole

Il 26enne romano ha espresso tutte le sue sensazioni al termine del confronto: "Sono davvero contento della mia prestazione. Sapevo che dovevo giocare il mio miglior tennis per batterlo. Penso che il mio gioco in generale stesse funzionando abbastanza bene.

Stavo servendo bene e anche rispondendo al meglio. Ero aggressivo. Non credo di avergli dato il tempo di attuare il suo gioco e questa è stata la chiave per vincere" ha commentato. Poi ha sottolineato: "Ovviamente più giochi e più ti senti meglio.

Credo sia stata la migliore partita della settimana, naturalmente contro un grande giocatore. Ero consapevole di dover esprimere un livello alto per affermarmi: ho iniziato molto bene, l'approccio è stato dei migliori, così come l'atteggiamento e le energie in campo.

Mi sono davvero divertito" ha aggiunto. Matteo ha riflettuto su una particolarità della competizione: "Pensavo che tutti e quattro i semifinalisti hanno già vinto qui ed è una curiosità interessante.

Non so se sia meglio giocare con tennisti mai affrontati prima o contro atleti con diversi precedenti alle spalle. Con Dominic non disputavo un match su terra rossa dal 2018 ma sapevo cosa aspettarmi" ha sottolineato. Ruud o Ramos Vinolas in finale? "Non ho preferenze, sarà sicuramente difficile. Mi aspetta un match complicato con entrambi" ha concluso.